In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona mondo Clas Ohlson, nuova strategia per l’insegna del bricolage svedese


Una nuova strategia di crescita per Clas Ohlson, con un focus particolare sul digitale e una nuova offerta di prodotti, servizi complementari e consulenza. Parola d’ordine, semplificare la vita ai propri clienti con un livello di servizio mondiale.

Un lavoro di analisi che l’insegna svedese ha avviato nel settembre 2017 e che ha chiarito l’immagine futura di Clas Ohlsons
e il suo posizionamento sul mercato. Per farlo l’insegna parte da una solida base costituita da un livello di conoscenza del marchio molto elevata e da una situazione finanziaria che le consente di affrontare opportunità e sfide che si presenteranno.

A questo si aggiunge il processo di semplificazione della gamma offerta e di tutte le operazioni per l’approvvigionamento e il grande potenziale rappresentato dallo sviluppo del business on line che, ad ora, rappresenta solo il 3,5% del fatturato, nonché la posizione di leader, già consolidata, nei Paesi Nordici.

Oggi le previsioni del mercato di prodotti per la casa è intorno ai 90 miliardi di SEK (8,5 miliardi di euro) e gli addetti ai lavori prevedono che continuerà a crescere nei prossimi anni. A questo va aggiunta l’area dei servizi domestici – che nell’area nordica vale circa 15 miliardi di SEK (1,4 miliardi di euro). L’ambizione di Clas Ohlson è di crescere più velocemente del mercato ed espandere la sua quota di mercato nel prossimo periodo in quest’area.

“La stragrande maggioranza delle persone nella regione nordica conosce, ama e si fida di Clas Ohlson. Sviluppando ulteriormente la nostra offerta, ci avvicineremo alla vita quotidiana dei nostri clienti ” ha spigato Lotta Lyrå, Presidente e CEO di Clas Ohlson.

Concentrati su tre aree strategiche

Nel nuovo piano strategico, le attività online svolgeranno un ruolo centrale nella nostra crescita. Il piano prevede lo sviluppo di un’unica piattaforma e una serie di iniziative a partire da quest’anno come, Clas Fixer, un nuovo servizio, sviluppato con la società Pegital Investment AB e che sarà attivo nel prossimo autunno, per il momento solo in Svezia, a cominciare da Stoccolma. Si tratta di interventi per emergenze di casa che si potranno prenotare mediante piattaforma ma anche di vere e proprio consulenze e/o consigli per il miglioramento e la manutenzione della propria casa. Un portafoglio di servizi e figure professionali che andrà a completare l’offerta di prodotti acquistabili on line e che potranno costituire un pacchetto che il cliente potrà comporre a piacimento.

Servizi e, soprattutto, consulenza che verrà implementata anche in negozio, con l’obiettivo di costruire e consolidare un rapporto sempre più stretto con i clienti, implementandone la fidelizzazione. Naturalmente non mancherà lo sforzo teso verso il miglioramento dei processi di fornitura che potranno rendere l’insegna ancora più competitiva. Un obiettivo che, secondo  i vertici di Clas Ohlson, dovrebbe far aumentare le vendite del 5% l’anno, portare un aumento della redditività per mq, al raddoppio delle vendite on line in un paio d’anni e aumentare il margine operativo del 6-8% in cinque anni.

Grande attenzione all’implementazione dei prodotti a marchio e ottimizzazione delle fasi di logistica e organizzazione degli spazi commerciali faranno parte del nuovo programma strategico, con un investimento pari a circa l’1-2% del margine operativo, con l’ambizione di mantenere invariata la politica dei dividendi, per i primi due anni, rispetto al precedente anno fiscale 2016/17.

Clas Ohlson apre un altro “Compact” a Stoccolma

Con tutto ciò l’insegna prosegue con la sua politica di aperture di piccoli formati. E’ del 3 maggio l’apertura di un nuovo negozio all’interno del centro commerciale Tyresö a Stoccolma. Il punto vendita ha una superficie espositiva di 450 mq e può contare su un bacino d’utenza di 50 mila abitanti. Oltre all’assortimento e i servizi classici, qui è prevista anche la possibilità di noleggiare attrezzature.