• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

Clas Ohlson, e-commerce a +50%


Come si organizzano le insegne brico all’estero?Con il Covid-19, Clas Ohlson, ha puntato sull’online.

Per l’insegna svedese le vendite in marzo sono diminuite del 17% rispetto a marzo dell’anno precedente, con un calo del fatturato organico del 13%. Tuttavia, grazie alle vendite on line, nell’analisi degli undici mesi, la crescita organica nei paesi nordici il 3%. L’e-commerce di Clas Ohlson ha registrato un +50% in marzo e un aumento del 22% sugli ultimi 11 mesi.

La flessione di marzo è stata pari a 502 milioni di corone svedesi (circa 49 milioni di euro) e dovuta principalmente alla chiusura dei negozi ma anche ad una maggiore debolezza della valuta norvegese. Le vendite online nel mese di marzo hanno superato i 48 milioni di SEK, pari a 4 milioni di euro.

Rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, il portafoglio di negozi è diminuito di 8 unità per un totale di 229. Nell’ambito della revisione in corso della rete di negozi, l’insegna ha comunicato la chiusura, tra luglio e settembre, del punto vendita di Kullagatan a Helsingborg, in Svezia. Inoltre, dal 1° di maggio, in UK la sua attività di e-commerce passerà tramite il marketplace di Amazon.

Le perdite nel periodo (in SEK)


Paesi, M
marzo
2019/20
marzo
2018/19
percentuale
cambiamento
organico
crescita
Svezia243274-11-11
Norvegia194234-17-7
Finlandia5974-20-22
Nordici496582-15-11
Al di fuori della regione nordica *623-72-72
totale **502605-17-13

* Influenzato dalla chiusura dei negozi nel Regno Unito e in Germania.
** Di cui 48 milioni (32) è la vendita on-line.

Le vendite totali per gli ultimi undici mesi dell’anno fiscale 2019/20 (Maggio 2019-Marzo 2020) sono allo stesso livello dell’anno precedente e ammontano a 8,188 miliardi (circa 750 mio di euro). Nei paesi nordici, le vendite sono aumentate del 2% e le vendite online per il periodo sono aumentate del 22%, pari a 483 milioni di corone svedesi (oltre 44 mio di euro).

Le azioni durante il Covid-19

A fronte della situazione emergenziale Clas Ohlson ha puntato sui propri negozi di prossimità – che sono molti – , sull’on line, come abbiamo accennato sopra e sulle consegne domiciliari.

I negozi situati nei Paesi Nordici sono rimasti tutti aperti, alcuni con orari regolari e altri con aperture a orari ridotti. A causa delle restrizioni entrate in vigore nel Regno Unito il 25 marzo, il negozio di Reading è temporaneamente chiuso.

Oltre alla consegna a domicilio, Clas Ohlson ha attivato il servizio di consegna drive-in. Inoltre, è interessante segnalare che ha notevolmente aumentato le vendite su due siti web dedicati agli acquisti alimentari dove l’insegna svedese è presente con una selezione di prodotti. I due siti sono Mathem.se e Kolonial.no.

Una realtà in continuo adattamento

La gestione del personale è in continuo divenire, sulla base delle esigenze del momento. In questo momento Clas Ohlson opera con licenziamenti temporanei o congedi per malattia superiori alla norma. Al momento i licenziamenti temporanei coinvolgono circa 300 dipendenti.

Sono state avviate una serie di misure di riduzione dei costi a lungo termine e, in questo senso, è stato avviato un dialogo con tutti i proprietari dei negozi per trovare una soluzione costruttiva per entrambe le parti in merito ai termini di locazione e ai termini di pagamento. L’attuale incertezza e altri fattori hanno influenzato le valute di acquisto e vendita, pertanto Clas Ohlson effettua una valutazione caso per caso della copertura valutaria in questa situazione.

Lotta Lyra, amministratore delegato di Clas Ohlson ha dichiarato che è troppo presto “per trarre conclusioni circa l’impatto che il Covid-19 avrà sui nostri risultati per il futuro. Voglio sottolineare che Clas Ohlson risponde a queste sfide da una posizione finanziaria di forza e una strategia che si modella sulle mutate abitudini di acquisto e un clima di mercato difficile. Siamo agili quando si tratta di adattarsi alle condizioni attuali e dato che che le condizioni esterne prevalenti non cambiano, il nostro obiettivo di raggiungere un margine operativo del 4-6% nel corrente anno fiscale 2019/20, non cambia”.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy