• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona produzione Prodotti dalla Cina, cosa aspettarci?


Mentre dalla Cina le fabbriche hanno ripreso gradualmente le produzioni, abbiamo fatto un giro di telefonate, per raccogliere qualche informazione sui mesi a venire.

Il tema è quello delle forniture, quindi degli effetti delle problematiche sull’interruzione della produzione e nei trasporti in Cina, nello scorso mese di Gennaio.

Aziende con unità produttive in Cina ed importatori rappresentano una quota considerevole in molti comparti, e l’elettroutensile ne è l’esempio più calzante.

Dalle telefonate fatte ad una decina delle principali aziende del settore, emerge un dato comune: nella sfortuna di quanto accaduto, c’è un elemento temporale positivo.

Il problema si è evidenziato in prossimità del Capodanno Cinese, una festività conosciuta come “Festa di Primavera”, che quest’anno è caduta il 25 Gennaio (segue un calendario lunare, come la nostra Pasqua)

La “festa” dura 7 giorni, dal 24 al 30 Gennaio. Tutte le attività produttive sono ferme in tutto il Paese, un po’ come da noi a Ferragosto.

Perché positivo? Perché produzione e distribuzione erano già bloccati. E perché le aziende tendono ad arrivare a fine Dicembre, coi magazzini ridotti, a fini di inventario e con ordini massicci per consegna nei mesi di Gennaio e Febbraio, calcolando volutamente la chiusura per il Capodanno.

Tutti questi prodotti sono stati imbarcati e spediti dalla Cina negli ultimi mesi del 2019, ben prima del sorgere del problema.

Grazie a questo, la situazione dello stock nei magazzini italiani è sicuramente buona al momento.

Anche la situazione produttiva in Cina è ora quasi normale, ma si devono calcolare gli effetti della sospensione nella produzione e nei trasporti dello scorso mese e di una ripresa che non è stata subito totale, ma graduale.

Dobbiamo considerare un periodo medio di circa 3 mesi per l’arrivo in Italia, dalla data ordine, ma possono esserci differenze in base al tipo di prodotto. Da 30 a 60 giorni per la produzione e 4 settimane per il trasporto marittimo.

Il “collo di bottiglia” è atteso ad Aprile e Maggio, con un arrivo di merce ridotto del 50%, in miglioramento al 70%, sino ad arrivare ad una situazione a regime da Giugno. 

Ci possono essere variazioni su prodotti stagionali, che non sono ancora a stock in Italia.

C’è poi la variabile “mercato”. La domanda subirà una contrazione, legata alla situazione economica italiana?

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.