In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona produzione Bosch Italia. Un 2017 a 2,5 miliardi di euro


Anno positivo, il 2017 di Bosch Italia, che ha chiuso l’anno passato con un fatturato di 2,5 miliardi di euro, registrando una variazione percentuale positiva di circa il 6% rispetto all’anno precedente, in linea con quanto realizzato dal Gruppo Bosch a livello mondo. In Italia, il Gruppo Bosch è attivo con 20 società e 4 centri di ricerca, con un organico di oltre 6.200 collaboratori. Per la multinazionale tedesca l’Italia si riconferma uno dei mercati più importanti a livello globale.

“Il 2017 è stato un anno positivo e siamo soddisfatti dei risultati raggiunti confermando il trend di crescita dell’esercizio precedente – ha dichiarato Gerhard Dambach, Amministratore Delegato del Gruppo Bosch in Italia-. Per il 2018 ci attendiamo un’ulteriore crescita complessiva, ma molto dipenderà dall’andamento dell’economia italiana e dalla ripresa dei consumi. L’azienda sta intensificando l’offerta di prodotti e servizi innovativi, con elevato contenuto tecnologico, con un’ampia selezione di soluzioni connesse compatibili con l’Internet of Things (IoT)” .

A oggi, Bosch si sta concentrando principalmente su sfide cruciali quali la crescita della popolazione, l’urbanizzazione e il cambiamento climatico, lavorando in ambiti che vanno dalla smart mobility, all’Industry 4.0, dalla smart-city, alla casa intelligente.

Venendo ai settori che più ci interessano, per quello relativo al business Consumer Goods si segnala un andamento stabile. Per la divisione Elettroutensili l’esercizio si è concluso con una buona crescita nell’ambito professionale, grazie a nuovi prodotti connessi, mentre la parte DIY ha subito un lieve rallentamento.

Per quanto riguarda la divisione Elettrodomestici è da sottolineare un aumento significativo del fatturato. Da evidenziare i vantaggi della connettività Home Connect, il principale ecosistema IoT, in grado di gestire tutti gli elettrodomestici presenti in casa. In crescita la performance nel settore dell’incasso, mentre quello del libero posizionamento ha risentito del calo di mercato.

Il mercato delle macchine per costruzioni è in costante sviluppo, così come l’interesse verso l’impiego dell’elettronica a supporto della tecnologia idraulica anche nell’agricoltura. Bosch Rexroth continua a lavorare sulle innovazioni per soluzioni e industria connessa. L’obiettivo è quello di utilizzare la tecnologia per ridisegnare i processi produttivi permettendo un vantaggio competitivo sul mercato.

Filosofia Inspiring Working Conditions (IWC)

Nel 2017 è stato avviato un processo di ridefinizione degli spazi di lavoro aziendali che rispecchiano la filosofia inspiring working conditions di Bosch. Parte integrante della cultura aziendale sono iniziativa, imprenditorialità, fiducia, flessibilità, ma anche trasparenza, collaborazione, meno gerarchie e comunicazione a tutti i livelli.

Ciò ha comportato un processo di trasformazione aziendale e un ripensamento delle modalità degli ambienti lavorativi, realizzati per essere sempre più “inspiring”. Dunque un nuovo modo di lavorare più flessibile, autonomo e moderno grazie anche alla tecnologia: pc portatili con connessione remota, postazioni mobili, macchine interconnesse, monitoraggio continuo del processo produttivo tramite tablet.

Progetto Bi.t – Bosch Industry 4.0 Talent Program

Nel 2017, per la prima volta in Italia, Bosch ha lanciato un Talent Program dedicato all’Industry 4.0. Il progetto Bi.t è nato per offrire una formazione specifica rivolta a giovani talenti altamente qualificati, in possesso di una laurea magistrale conseguita in ingegneria, matematica o fisica, per prepararli ad assumere ruoli di rilievo in ambito Industry 4.0.

Una ventina di giovani sono stati inseriti negli organici di Bosch Italia con l’obiettivo di lavorare in team e sviluppare nuove idee legate all’innovazione (digitalizzazione delle macchine, data mining, IoT). Per l’inserimento in azienda, Bosch ha offerto alle nuove risorse l’opportunità di frequentare un master esclusivo relativo a tematiche Industry 4.0, primo percorso in Italia sviluppato in collaborazione con un’azienda e totalmente dedicato a questo tema, frutto della collaborazione tra il Cefriel – Politecnico di Milano e TEC, la scuola di formazione del Gruppo Bosch in Italia, prevedendo, inoltre, un periodo di formazione di 6 mesi in Germania, a Blaichach, uno dei plant d’eccellenza per l’Industry 4.0 di Bosch.

Playground Allenarsi per il Futuro

Il supporto alle cause benefiche e iniziative civiche rappresentano le fondamenta dell’azienda. Bosch, grazie anche alla solidarietà dei collaboratori del Gruppo in Italia, nel 2017, ha realizzato e inaugurato il nuovo centro sportivo di Acquasanta Terme (AP). Il Playground Allenarsi per il Futuro è stato concepito con la volontà di compiere un’azione concreta a sostegno di chi è stato duramente colpito dal sisma del 2016.

Il nuovo campo polifunzionale vuole dunque diventare un punto di aggregazione per i giovani del territorio che, attraverso lo sport, potranno allenare attitudini umane e valoriali e condividere un percorso di formazione e crescita. Il nuovo centro sportivo prende il nome dal progetto Allenarsi per il Futuro dedicato all’orientamento e alla formazione professionale dei giovani e si concretizza attraverso diverse iniziative Bosch sviluppate sul territorio italiano insieme a enti, istituzioni e scuole.

Strategia e previsioni per il 2018

Nonostante la difficile congiuntura economica, per il 2018 Bosch punta a un’ulteriore crescita. Dopo i risultati da record conseguiti nel 2017 e considerando i rischi economici e geopolitici, il Gruppo Bosch stima per il 2018 una crescita del fatturato tra il 2 e il 3%.

Il fatturato generato dall’azienda nei primi tre mesi dell’anno si è mantenuto sui livelli elevati, conseguiti nello stesso periodo dell’esercizio precedente e al netto degli effetti valutari si evidenzia addirittura un aumento del 5%.

“La diversificazione della nostra azienda ci offre tante opportunità quando si tratta di coniugare competenza nella connettività, industrializzazione e conoscenza del prodotto” ha dichiarato Volkmar Denner, CEO di Bosch.