In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona consumatori Bricoleur per necessità (il 53%!)


E’ quanto emerge dalla ricerca de l’Osservatorio Sara Assicurazioni che, mediante l’istituto di ricerca Nextplora, ha condotto un’indagine CAWI su di un campione rappresentativo della popolazione italiana per quote d’età, sesso ed area geografica.

La buona notizia, per gli operatori del settore, è che ben il 53% degli italiani si occupa personalmente della manutenzione della propria casa mentre il 60% pensa che trascurare le piccole manutenzioni potrebbero, in futuro, trasformarsi in seccature molto più importanti. Per questo il 51% è disposto a spendere i propri risparmi, mentre il 31% sarebbe più propenso a chiedere un prestito in banca, mentre il 16% ricorrerebbe all’aiuto economico da parte di familiari. Tra  coloro che hanno stipulato una polizza, il 45% utilizzerebbe la copertura assicurativa.

La casa, quindi, come bene prezioso da manutenere e conservare al meglio è un leit motiv per la maggior parte degli italiani; percentuale che sale addirittura oltre il 70% laddove l’abitazione sia ubicata in aree soggette ad eventi atmosferici più importanti.

Tuttavia se, come abbiamo scritto sopra, il 53% si occupa personalmente della manutenzione, solo il 10% di questi lo fa con piacere, mentre un corposo 45% si adegua al fai date solo per risparmiare. Interessante la specifica secondo la quale il 33% pensa di avere le competenze necessarie per svolgere il lavoro in modo adeguato, mentre il 12% ha dichiarato che con il bricolage è più rapido.

Sempre in tema di competenze va comunque detto che il 44% degli intervistati pensa che affidarsi ad un professionista sia garanzia di un lavoro di qualità e il 39% ritiene di non avere le capacità per affrontare interventi di manutenzione.

In termini di interventi, è l’esterno ha creare maggiori resistenze: il 61% non farebbe riparazioni sul tetto; il 36% pensa di non essere in grado di tinteggiare pareti e ringhiere ma anche sistemare grondaie o pluviali. Scarsa propensione anche nel campo dell’idraulica dove il 35% non se la sente di sostituire i rubinetti di casa.