• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Un motore di ricerca chiamato Amazon


Dalla ricerca di Find e Doxa dedicata all’influenza che ha oggi Amazon sulle scelte e sugli acquisti di prodotto degli italiani (realizzata a maggio 2019 su un campione di 500 italiani rappresentativi dell’utenza media italiana maggiorenne), si scopre che il più noto sito di commercio elettronico al mondo è sempre più utilizzato dagli italiani, anche più di Google, per cercare informazioni e dettagli sui prodotti che sono interessati ad acquistare anche in negozio. Per alcune categorie di prodotto – elettronica di consumo, libri, giocattoli, abbigliamento, articoli per il fai da te -, 7 ricerche su 10 si concludono con un acquisto Amazon, ci sono altre categorie – come ad esempio occhialeria, abbigliamento e attrezzature per lo sport, elettrodomestici, cosmetici e profumi – dove le ricerche su Amazon sono funzionali principalmente ad acquisti che sono portati a termine in negozi sul territorio.

Il prezzo è la principale leva che porta gli italiani ad acquistare su Amazon, anche se un’altra ricerca di Find del 2017 aveva evidenziato come lo sconto dovesse essere superiore al 10/15% (a seconda della tipologia di prodotto) per convincere l’italiano medio ad acquistare online il prodotto. Tuttavia, in molti ambiti, la formazione e la professionalità della rete di vendita rappresentano ancora un valore aggiunto al quale difficilmente l’acquirente rinuncia (istogramma 1).

Tra i dati emersi dalla ricerca, un italiano su 2 (46%) usa di fatto lo smartphone quotidianamente prima di un acquisto di prodotti o servizi. Poco più di un anno fa, questa percentuale era del 38%, a dimostrazione della crescente fiducia che gli italiani ripongono nelle informazioni che trovano online. Quando si parla di ricerche di prodotto, Amazon è la prima scelta per l’82% degli italiani (vs il 77% nel 2018). La sovrapposizione tra quanti cercano su Amazon e quanti usano Amazon per gli acquisti è quasi totale: chi lo conosce e lo usa lo ritiene insostituibile, soprattutto per le informazioni pubblicate sulle schede prodotto, con dettagli che spesso non si trovano neppure sul sito dei produttori. (istogramma 2)

Il 60% degli italiani, nel percorso di valutazione e acquisto, usa sia Amazon che Google per trovare informazioni utili alla scelta, a dimostrazione della complementarietà dei due strumenti: su Amazon si cercano prevalentemente i prezzi, le recensioni e le domande/risposte generate dagli utenti; su Google si cercano informazioni e specifiche sul prodotto e sul produttore; i punti vendita e relative informazioni; novità e aggiornamenti sul prodotto. Il 57% degli italiani ritiene molto utile consultare Amazon anche quando si è in negozio. Non è un caso che negli Stati Uniti, dove le aziende hanno imparato da diversi anni come convivere meglio con Amazon, diversi brand siano presenti su questo e-commerce non con obiettivi di vendita online ma di supporto alle vendite in negozio. Questo perché le schede prodotto raccolgono commenti, indicazioni e consigli degli utenti che sono di supporto a chi è in negozio. Il 94% di chi ha acquistato in un negozio o su altri siti dopo una ricerca su Amazon ha dichiarato che le informazioni trovate su Amazon sono state utili nella scelta. (istogramma 3)

L’elettronica di consumo è l’ambito dove più si registra il cosiddetto “showrooming”: il 42% di chi è andato in negozio ha poi ammesso di aver acquistato su Amazon. In questo ranking gli articoli per hobby e fai da te si posizionano al settimo posto con il 27% che infine decide per l’acquisto online (istogramma 4)

L’“effetto Amazon” ha comunque colpito almeno una volta la maggior parte degli italiani: 8 su 10 hanno dichiarato che, almeno una volta, hanno rimesso un prodotto sullo scaffale per acquistarlo su Amazon, essenzialmente per una questione di prezzo.

 

Barbara Tomasi

Giornalista free lance presso il webmagazine Tendenzeonline, Media Key, Pubblico Today, diyandgarden.com