• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga
Ten: DIY and Garden

icona produzione Telcom, tecnologia, qualità ed efficienza logistica


da dx: Maria Cucci ed Elvira Cioce, Telcom
da dx: Maria Cucci ed Elvira Cioce, Telcom

Fondata nel 1973 da Alfonso Casale, la Telcom Spa è un’azienda partita con la commercializzazione di elettrodomestici che, nel corso degli anni Ottanta, si è specializzata nella creazione e realizzazione di prodotti in materie termoplastiche.

Maria Cucci, Product Manager Telcom

Con una produzione più industriale, in particolare serbatoi per usi diversi e prevalentemente per agricoltura, edilizia, termoidraulica ed ecologia, l’azienda è conosciuta nel settore brico e garden per la realizzazione di un’ampia offerta di vasi, a marchio Vasar, e arredi per esterni realizzati con marchio Modum. Non solo, da qualche anno, con l’acquisto della Abruzzo Vasi, Telcom può contare anche su una gamma di vasi in terracotta prodotti a livello semi artigianale.

Con base in Salento, nella bellissima area di Ostuni, in provincia di Brindisi, Ten-diyandgarden è andata a visitare le diverse unità produttive, con uffici e show room, accompagnata dal racconto di Maria Cucci, Product Manager, a sua volta coadiuvata da Elvira Cioce, Export Manager.

L’azienda, oggi guidata dal presidente Raffaele Casale figlio del fondatore, impegna 180 persone per una produzione che viene veicolata sia sul mercato nazionale sia a livello mondo e, tra i molti clienti internazionali, vale la pena citare Auchan Francia e Ikea Internazionale.

La visita ha inizio in una delle unità produttive più interessanti da visitare e dove si esegue lo stampaggio rotazionale, cioè quella metodologia che permette di realizzare prodotti con una qualità superiore ed un elevato grado di personalizzazione. Non solo, rispetto ai processi ad iniezione o soffiaggio, comunque presenti in azienda, il procedimento rotazionale permette di realizzare prodotti complessi senza nessun limite per le dimensioni, rendendo l’azienda pronta a soddisfare qualsiasi richiesta da parte del cliente. Un plus non indifferente che ha consentito a Telcom di diventare fornitore esclusivo per Ikea mondo e che ha, nella linea di vasi “Shabby”, prodotta con le 14 macchine a tecnica rotazionale presenti, oggi la gamma più venduta.

“La linea Shabby viene proposta in decine di modelli e declinata in 5/6 colorazioni.  E’ una linea versatile e dalle linee morbide che ha incontrato i gusti dei clienti in modo direi traversale”.

Ma l’inizio è stato diverso. “Inizialmente la produzione era destinata al territorio e al comparto agricoltura dove siamo stati pionieri realizzando i primi serbatoi in polietilene e, successivamente, avviando la produzione del classico vaso in plastica in colore terracotta per arrivare, poi, a modelli più particolari”.

Il livello di automazione è elevato (al 90%) così come la tecnologia presente che continua ad essere innovata e potenziata perché la produzione, che è sempre stata soggetta ad una forte stagionalità, con “importanti incrementi da febbraio a giugno” viene progressivamente soppiantata da una richiesta costante che copre tutti i mesi dell’anno.

Una situazione che implica un’efficienza e un’organizzazione non banale da parte del produttore, oltre alla velocità, anche se “ è importante che il rivenditore presti grande attenzione ad un corretta programmazione, soprattutto di questi tempi”.

Il 2021 di Telcom è stato contraddistinto da una forte domanda – con fatturato in crescita a doppia cifra – cui l’azienda ha saputo rispondere. “Non c’è stato praticamente fermo sia sul fronte domestico sia all’estero. Per fortuna siamo riusciti ad organizzare un corretto approvvigionamento e fare scorte prima che iniziasse la penuria di materia prima. Ora è difficile reperirla e oltre ai fornitori abituali dobbiamo rivolgerci anche ad altri mercati”.

Stampi, colori, gamme e sostenibilità

Tutto è realizzato in azienda, anche gli stampi, per i quali è stata approntata un’officina ad hoc, così come la gestione delle colorazioni possibili, grazie anche allo show room dove è possibile visionare “tutti i colori del mondo”.

Una volta inserito a catalogo, il prodotto va a regime anche se “come per tutti i gli articoli con un contenuto estetico ci sono gli evergreen e quelli che sfruttano l’effetto moda”.

Elvira Cioce, Export Manager

Il catalogo dedicato ai vasi si declina sotto il marchio “Vasar” che esprime linee differenti come la linea “CLASS” per il rotazionale e le linee ad iniezione come “Olimpo” per prodotti più classici e “Metropoli” che esprime una linea di prodotti dal gusto più contemporaneo. Tutto prodotto in loco “ad eccezione, per completamento di gamma, di alcune fibre che non si trovano in Europa ma provengono dalle regioni dell’Estremo Oriente” e che fanno parte della sezione “Esplorando”.

La domanda sorge spontanea: si riesce ad usare questa plastica riciclata per fare i vasi? La risposta è pronta: “Sì, certamente e stiamo creando linee ad hoc che andremo a pubblicizzare fortemente”.

Ci spiegano che ancora non si è arrivati ad utilizzare 100% di materiale riciclato dal post consumo, perché quest’ultima genera materia prima che ha dei vincoli, sia per i colori sia per le caratteristiche meccaniche ma è il prossimo futuro step che avverrà a brevissimo.

La visita alle aree produttive si alterna alle zone dedicate a magazzino dove la merce è presente in quantità importante, a testimonianza della capacità della Telcom di soddisfare le richieste dei clienti e garantire la consegna, grazie anche ad un mix di vettori che contraddistingue la logistica Telcom.

“La nostra rete è composta sia dai grandi trasportatori nazionali e internazionali ma anche dai cosiddetti “padroncini” che riescono ad svolgere un lavoro di maggiore capillarità. Tutto è ovviamente automatizzato a partire dall’agente che invia l’ordine direttamente al nostro sistema gestionale”.

Vendita diretta e una capillare rete di agenti

La rete vendita nazionale, “molto forte e molto presente sul territorio”, è composta da 25 agenti ma anche all’estero la lista delle presenze è lunga, con rappresentanti in Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Scandinavia, Svezia, Gran Bretagna, Slovenia, Slovacchia, Bulgaria, Ungheria, Ucraina, Kazakistan, Singapore, Usa, Panama, Dubai, Cina, Grecia, Malesia, oltre a Romania e Albania dove sono presenti stabilimenti per la produzione di articoli per l’edilizia venduti sui mercati locali.

Una presenza che si completa con un rapporto stretto con il distributore, considerando che la vendita è per lo più diretta e solo in minima parte gestita attraverso grossisti.

Attualmente la clientela di Telcom è composta in Italia in gran parte da garden center center, associati in consorzi o indipendenti e grande distribuzione, mentre i centri brico rappresentano un canale recente che sta dimostrando un crescente interesse verso un prodotto “ che abbia sì un buon prezzo ma garantisca qualità, ampiezza di gamma e la presenza di un produttore organizzato che possa rispondere anche ad esigenze di personalizzazione e ad un servizio “chiavi in mano”.

“Abbiamo clienti con i quali lavoriamo da 30 anni. Diversi garden center italiani e internazionali, oltre ad insegne brico come Obi e Hagebau in Germania, Jumbo in Svizzera o Leroy Merlin in Grecia”. Non mancano i mercati emergenti “come il Medio Oriente dove stiamo lavorando per entrare o la Cina che ha forti potenzialità. Naturalmente la maggior parte del nostro mercato è in Italia e in Europa”.

E l’eCommerce? E’ nei progetti, ma al momento l’azienda ha e sta lavorando intensamente al nuovo piano di marketing e comunicazione che comprenderà la rivisitazione del sito web ma anche investimenti sui social e su Google. “Abbiamo la necessità di avviare un piano di comunicazione più organico andando ad individuare i target d’interesse, siano privati o professionisti. E se finora è stato soprattutto il marchio Telcom a beneficiare della comunicazione d’ora in poi lavoreremo sui diversi marchi e divisioni merceologiche”.

Clicca qui e Sfoglia i cataloghi delle linee Vasar

La visita in azienda

La gamma dei prodotti

Giornalista specializzata sul mercato bricolage e le tendenze del settore fai-da-te e decorazione della casa. Ha collaborato con le più importanti riviste specializzate.



Giornalista specializzata sul mercato bricolage e le tendenze del settore fai-da-te e decorazione della casa. Ha collaborato con le più importanti riviste specializzate.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy