• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona distribuzione BricoSelf, confermati gli impegni. In vista due nuovi negozi


Di seguito la nota stampa diramata, lo scorso 26 marzo, da UILTuCS, in occasione dell’incontro delle categorie sindacali con Bricoself Italia Spa; incontro che si è tenuto a Roma il 22 marzo, dove “è stato sottoscritto un accordo sul pagamento dei crediti maturati dai lavoratori nei confronti di Selfitalia, acquisita definitivamente da Bricoself il 5 febbraio”.

“Come è noto, Bricomax, con l’offerta di affitto/acquisizione, era stata vincolata dal Tribunale di Torino ad accollarsi tutte le spettanze, anche pregresse, dei lavoratori.

L’impegno è stato confermato, anche se la società subentrante ha chiesto una rateizzazione dei pagamenti, a causa dell’impegno finanziario legato alla necessità di un forte rilancio commerciale della catena appena acquisita.

Nell’accordo sono, quindi, elencate le scadenze dei pagamenti, che comunque non andranno oltre l’anno. La riunione ha anche consentito, come richiesto da Fisascat Cisl e UILTuCS nazionali, di fare il punto sulle attuali politiche produttive ed occupazionali di Selfitalia, nel quadro più generale del gruppo.

Sono stati confermati gli importanti impegni previsti per favorire la ripresa produttiva: acquisto di un magazzino, fornitura di merci su tutta la gamma dei prodotti, un intenso marketing.

Il tutto per rilanciare il marchio “Self”, confermato nonostante lo scadimento dei negozi verificatosi durante il periodo più acuto della crisi. Inoltre è stata confermata l’apertura entro l’anno di due nuovi negozi Self, uno a Ventimiglia e uno ad Acqui Terme.

Per quanto riguarda l’occupazione, la riduzione degli organici è stata contenuta a livelli assolutamente fisiologici, a conferma della fiducia dei lavoratori nella nuova società e nel possibile recupero dei livelli precedenti di fatturato. Da mantenere sotto controllo solo il fatto della crescita (quaranta) dei contratti a tempo determinato, che ci impegniamo, ovviamente, a far confermare alla loro scadenza.

Riteniamo, quindi, che con questo accordo si sia chiusa una fase, quella che ha dovuto far fronte all’emergenza della crisi di Self, per passare ad un’altra: quella della costruzione di nuovi rapporti e relazioni sindacali con il gruppo Bricofer e, al suo interno, con Bricoself.

Per questo le parti si sono impegnate ad incontrarsi di nuovo entro il 31 luglio, sia per continuare a “monitorare” l’andamento dell’azienda sia per iniziare a definire accordi di secondo livello, a partire dalle relazioni sindacali”.