• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona distribuzione Brico Ok, oltre i 100 punti vendita


Un ritmo di aperture intenso e costante contraddistingue, da qualche anno, l’insegna Brico OK che, pur essendo un consorzio, è l’unica realtà di questo genere a lavorare, fina dalla sua nascita, con un ‘insegna comune.

Di questo ultimo semestre è il superamento dei 100 punti vendita associati e l’occasione per un incontro con Luigi Bertoni, Responsabile Commerciale e Sviluppo del Consorzio Brico Ok.

Sono 104, con l’ultima apertura a Saluzzo il 2 Dicembre, compreso il recente ingresso di un nuovo associato in Calabria, a Chiaravalle Centrale. Siete orgogliosi di questo risultato?
Noi non puntiamo a “ bandierine” e ad un risultato numerico, ma allo sviluppo concreto e sostenibile del Consorzio. Come Responsabile dello Sviluppo seguo con grande attenzione questo aspetto.

Quali sono le caratteristiche di Brico Ok?
Brico Ok  è formata da singoli imprenditori italiani, con una unica insegna e con la forza di offrire al pubblico un’immagine comune, non solo nel logo, ma anche coi fornitori e con le gamme di prodotto. Anche la didattica, la grafica e la disposizione merceologica nei punti vendita si stanno unificando. Ci sono certamente differenze nelle metrature, ma un hobbysta di Torino troverà gli stessi marchi a Olgiate Comasco, Roma, all’Isola d’Elba o a La Maddalena.

In quale percentuale gli acquisti dei punti vendita sono comuni?
Siamo intorno ad un 95% e questa è un’impresa non semplice, in un Paese come l’Italia, dove l’individualismo regna sovrano. Ma la nostra strategia è chiara: unificare sotto tutti gli aspetti.

Come si posiziona BRICO OK coi prodotti a marchio privato?
Stiamo crescendo molto e sviluppando questo aspetto….

Un sorriso che mi fa intendere che l’argomento è riservato.

La divisione tra diretti e franchising?
Punti vendita diretti e in franchising sono un’unica anima. Sono negozi Brico Ok! Le condizioni di fornitura e di servizi è comune a tutti i negozi. Il singolo punto vendita ha le condizioni e la forza della rete, oltre al supporto informatico ed alla formazione, l’insegna vuole distinguersi nel fornire un aiuto nel controllo di gestione su tutti i punti vendita e con l’aggiornamento costante

Come siete organizzati in tal senso?
Il controllo di gestione inizia da subito, affiancando il punto vendita nella valutazione di potenziali, mercato, conto economico e prospettive. La gestione dei rapporti continua grazie alla presenza di ben 10 Capi Area, indicativamente un Capo Area ogni 10 punti vendita, con visite costanti. Lo ribadisco, il nostro obiettivo è crescere, ma coi piedi per terra.

A proposito di crescita. Avete nuovi contatti per aperture?
Abbiamo numerosi contatti in corso….non dico quanti, ovviamente. Vogliamo che la parnership sia solida e soddisfacente per tutti e non abbiamo l’ansia di aumentare il numero dei punti vendita, senza basi e senza condividere pienamente la nostra filosofia.

Per il 2020?
Le prospettive sono rosee. Prevediamo una decina di nuovi punti vendita.

 

 

Carlo Botta

40 anni di esperienza del mercato Diy. Direttore Marketing Stanley Tools sino al 1990, successivamente chiamato ad aprire la Filiale Italiana di Wolfcraft che ha gestito fino alla fine del 2017. Ora presta la sua esperienza a diyandgarden.com con articoli su distribuzione e produzione.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.