• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Rapporto Coop, il tradizionale perde un milione di mq.


Secondo l’analisi dell’appena presentato Rapporto Coop 2020 (edizione completa), il 2019 della Gdo, ha chiuso con un trend di crescita del fatturato vicino al +1,5%

Grazie soprattutto all’inversione di tendenza al Sud (+0,9% rispetto al -0,6% del 2018) e al ritorno in terreno positivo delle vendite per i prodotti freschi a peso variabile (+1,6%, dopo la brusca frenata di oltre 3 punti registrata nel 2018).

Nel 2020 la grande distribuzione dovrebbe ancora giovarsi di una favorevole canalizzazione dei consumi e dovrebbe sovraperformare il mercato totale. Alla fine del 2019, infatti, lo sviluppo della rete di vendita in metri quadri è stato di circa 3,5 punti percentuali per i discount e di circa mezzo punto per i supermercati e analoghi tassi di sviluppo sono prevedibili anche nel corso del 2020. Per gli iper, il previsto calo della rete di vendita (-0,6% a fine 2019) dovrebbe essere compensato, così come accaduto già nel 2019, da un più positivo andamento a parità di rete degli altri negozi. Nelle dinamiche evolutive nel 2020 si segnala anche un lieve rialzo dei prezzi (+1%) a fronte di circa un mezzo punto registrato nel 2019. Per la distribuzione moderna, quindi, il 2020 si conferma un anno positivo, con previsioni di crescita dell’1,4%, senza, peraltro, tenere conto della spinta del canale e- commerce: gli acquisti alimentari on line nel 2019 si sono, infatti, rivelati particolarmente brillanti (+26% rispetto al 2018, con una quota sul totale grocery prossimo al 2,5%) e continueranno presumibilmente a rafforzarsi nel 2020, con una ulteriore crescita prevista del 30% che contribuirà a rafforzare ulteriormente le dinamiche positive della distribuzione moderna.

La Gdo torna centrale perchè le famiglie oggi trovano in grande distribuzione quello che negli ultimi anni sono andati a cercare nei punti vendita specializzati. Così come si assiste ad una graduale “supermercatizzazione” del canale discount sia in termini di assortimento sia di servizio; canale che, come scritto sopra cresce in termini di mq, ben più di altri.

Prosegue la contrazione del dettaglio e sono i negozi non alimentari a soffrire di più con un -1,1% rispetto allo 0,7% degli alimentari. Tra i comparti in calo segnaliamo la ferramenta (-1,5%) ma anche il tessile (-4,4%), oltre a edicole, librerie e negozi di calzature. Comparti che più risentono della concorrenza di superstore e e-commerce.

Tuttavia, il negozio tradizionale, alimentare e non, pur rappresentando ancora il 57% del totale dell’area di vendita, nel solo 2018 è calata di oltre 1.000.000 di mq. Ancora più evidente se si calcola il periodo 2007-2017 con quasi 6.000.000 di mq di superficie di vendita persi. Le regioni che hanno subito la flessione maggiore sono: Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Marche e Sardegna.

 

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy