• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze DPCM, prepararsi al 4 maggio


Il DPCM del 26 aprile. L’allegato 1 le misure per gli esercizi commerciali. Valido dal 4 al 17 maggio. Al via costruzioni e produzione di mobili.

Dopo la conferenza stampa televisiva di ieri sera, 26 aprile, è stato reso disponibile il nuovo DPCM che va a sostituire quello del 10 dello stesso mese.

Tuttavia è bene specificare che ” Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 4 maggio 2020 in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 aprile 2020 e sono efficaci fino al 17 maggio 2020, a eccezione di quanto previsto dall’articolo 2, commi 7, 9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020 cumulativamente alle disposizioni del predetto decreto 10 aprile 2020″.

A questo si aggiunge che le Regioni potranno continuare ad applicare misure di contenimento più restrittive “anche d’intesa con il Ministro della salute, relativamente a specifiche aree del territorio regionale”.

Negozi e imprese

Per quanto riguarda gli esercizi commerciali dal 4 maggio l’allegato 1, ovvero il documento che comprende le attività che possono lavorare, fatto salvo che gli accorgimenti sono sempre gli stessi: distanziamento, fornitura di guanti, igienizzati, ecc., l’elenco si amplia, e francamente diciamo finalmente, di una categoria: il commercio al dettaglio di fiori, piante, semi e fertilizzanti. Una decisione che mette un punto fermo ad una confusione che si è protratta per diverse settimane.

Per quanto riguarda la tipologia delle merci non cambia molto, come al solito si parla di generi alimentari e di prima necessità.

Nell’allegato 5, inoltre, vengono descritte le misure per gli esercizi commerciali:

  • Mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale.
  • Garanzia di pulizia e igiene ambientale con frequenza almeno due volte giorno ed in funzione dell’orario di apertura.
  • Garanzia di adeguata aereazione naturale e ricambio d’aria.
  • Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento.
  • Utilizzo di mascherine nei luoghi o ambienti chiusi e comunque in tutte le possibili fasi lavorative laddove non sia possibile garantire il distanziamento interpersonale.
  • Uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande.
  • Accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità: a) attraverso ampliamenti delle fasce orarie; b) per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori; c) per locali di dimensioni superiori a quelle di cui alla lettera b), l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.
  • Informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata.

Per quanto riguarda e imprese, il cui elenco fa capo all’allegato nr 3, va detto che le categorie riammesse all’apertura sono più numerose. Si va dalla produzione di articoli in pelle, agli autoveicoli e altri mezzi, la metallurgia e , per i settori più vicini al nostro settore, tutto il comparto delle costruzioni e la produzione di mobili. Infine possono riaprire tutti i grossisti.

A questo aggiungiamo che:

  • Per le attività produttive sospese è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l’accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. È consentita, previa comunicazione al Prefetto, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture.
  • Le imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy