• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Bosch e Legambiente sul Treno Verde, per una mobilità a zero emissioni


Sono 12 le tappe del viaggio del Treno Verde, convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane che ogni anno si sposta attraverso le maggiori stazioni del Paese per promuovere la sostenibilità che parte dal basso: dalle persone e dalla condivisione.

A bordo del treno c’è anche Roby, la mascotte di Missione Ambiente di Bosch, partner del Treno Verde, che accompagna i visitatori in tutto il percorso. Missione Ambiente di Bosch, progetto di corporate social responsibility del Gruppo Bosch in Italia, è attivo dal 2008 per sensibilizzare i ragazzi e le famiglie sull’importanza dei piccoli gesti quotidiani, nella salvaguardia delle risorse ambientali e nell’uso di nuove tecnologie.

Il viaggio del Treno Verde 2019 si concluderà il 3 aprile a Milano, dopo aver toccato città in tutta Italia, da Bari a Pescara, da Rimini a Torino. A ogni tappa, 3 giorni di sosta e al centro del viaggio il monitoraggio sull’inquinamento atmosferico, poiché il tema di quest’anno è la mobilità sostenibile.

Il Treno Verde è aperto a tutti nel pomeriggio e nel mattino alle scolaresche, per dare modo di interagire con i materiali a bordo delle carrozze, imparando qualcosa sull’ambiente e sul futuro delle nostre città. La mostra a bordo del Treno Verde sarà dedicata alla sfida globale per uscire dall’era delle fonti fossili e fermare i mutamenti climatici.

Il futuro della mobilità a zero emissioni

Bosch presenta la propria visione della mobilità, impegnandosi a creare un ambiente urbano sicuro, connesso e sostenibile, attraverso un percorso fondato su automazione, connettività ed elettrificazione. Nel 2018 Bosch ha completato 30 progetti di mobilità elettrica e punta a raggiungere 5 miliardi di euro di fatturato entro il 2025.

Bosch è in grado di elettrificare tutti i mezzi di trasporto, dalla bicicletta ai veicoli commerciali pesanti: già oggi, in tutto il mondo, sono in circolazione oltre un milione di veicoli con componenti elettrici e ibridi di Bosch, tra cui la batteria a 48 volt e il sistema elettrico e-Axle. Il futuro della mobilità, dunque, per Bosch è a zero emissioni: un esempio virtuoso è rappresentato dalle e-Bike, biciclette a pedalata assistita che permettono rapidi spostamenti grazie a batterie sempre più leggere e performanti.

Servizi connessi per una mobilità senza stress

La connettività svolge un ruolo fondamentale nel percorso verso la mobilità del futuro. Viaggiare senza stress, spendendo poco e con un ridotto impatto ambientale è, per esempio, possibile grazie a SPLT, l’innovativa app di car pooling aziendale targata Bosch rivolta a tutti coloro che condividono lo stesso tragitto per recarsi al lavoro. Un algoritmo trova la combinazione migliore per il viaggio condiviso e calcola il percorso più veloce, con l’obiettivo di ridurre il traffico e rendere più rilassanti gli spostamenti quotidiani dei pendolari. SPLT è un servizio di sharing particolarmente semplice da utilizzare: le aziende, università o autorità pubbliche danno accesso alla piattaforma SPLT ai propri dipendenti, i quali scaricano l’app SPLT, si registrano e cercano o offrono una corsa da condividere.

Shuttle autonomi, connessi ed elettrici: la nuova frontiera della mobilità

In un futuro non troppo lontano, vedremo shuttle elettrici, senza guidatore e perfettamente connessi con l’ambiente, percorrere i centri delle città in modo silenzioso, sia per trasportare merci che persone. Bosch può fornire componenti e sistemi per rendere gli shuttle a guida autonoma, connessi ed elettrici e, in futuro, fornirà anche i servizi di mobilità, riunendoli in un ecosistema intelligente e perfettamente connesso che comprenderà piattaforme di prenotazione, condivisione e networking, servizi di parcheggio e carica, oltre a soluzioni software per gestione e manutenzione dei veicoli, nonché servizi di infotainment durante il viaggio. Molti di questi veicoli, disponibili 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, saranno completamente elettrici e diventeranno anche del tutto autonomi entro la metà del prossimo decennio.

 

Redazione

Dalla redazione le ultime notizie sul mondo del bricolage e del giardinaggio