• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona distribuzione ManoMano 2018, fatturato a 424 milioni di euro


Un’ottima annata, il 2018, per ManoMano, il pure player del bricolage e giardinaggio europeo, che chiude con un fatturato globale di 424 milioni di euro e una crescita, rispetto allo scorso 2017, del 70%.

Nell’ultimo anno sono 2,5 milioni i clienti attivi che hanno acquistato sulla piattaforma d’oltralpe, scegliendo su un catalogo di oltre 3 milioni di articoli e 1800 sellers (+56,5%). Notevole anche il flusso dei visitatori, che ha raggiunto quota 20 milioni/mese, da Francia, Spagna, Uk, Belgio e Italia.

Con l’ambizioso obiettivo di arrivare a 1 miliardo di fatturato nel 2020, i due fondatori Christian Raisson e Philippe De Chanville hanno dichiarato che ” entro il 2025 oltre la metà del mercato mondiale del bricolage sarà 100% digitale” aggiungendo che ” lo faremo continuando a innovare e mettendo al centro dell’esperienza d’acquisto il nostro utente finale. Dietro alla nostra piattaforma online c’è una squadra di 370 persone (+75% nel solo ultimo anno) di cui 23 italiani, ci sono 13 nazionalità diverse e c’è un’età media di 29 anni”

E, ancora: “L’Italia è un mercato strategico per il nostro business” spiega Francesco Caravello, Senior Vice President Southern Europe. “Lavoriamo quotidianamente con i nostri commercianti, che amiamo definire partners, per offrire ai nostri utenti la migliore esperienza cliente possibile. Investiamo più dell’80% del nostro budget R&D nell’innovazione dei processi e nel trattamento dei dati, creando algoritmi ed ecosistemi che rendono l’esperienza d’acquisto virtuale fino a 10 volte migliore di quella in punto vendita. Il nostro obiettivo è quello di supportare i nostri partners commerciali italiani e far crescere il loro business insieme a noi, mettendo a loro disposizione non solo un bacino di clienti finali sempre più europeo, ma soprattutto la nostra esperienza tech and data”.