• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona distribuzione GFK, i primi dati ufficiali sulle vendite brico&garden


In anteprima, i dati della rilevazione GfK Total Store Report DIY, aggiornati a Luglio 2020. Tutto bene? Insomma. Il dato complessivo non è positivo ma regge l’impatto del Covid-19. Recupero fantastico per alcuni comparti, altri rimangono negativi. Ottimismo per i prossimi mesi.

Il 2020, per quanto sia ormai scontato dirlo, è un anno difficile e sfidante per la maggioranza dei settori del mercato Retail. Qui andremo ad analizzare, in particolare, quale è stato l’impatto per le catene del mondo del Bricolage.

Secondo i dati della ricerca GfK Total Store Report DIY di luglio, il mercato del Fai Da Te in Italia mostra un trend ancora negativo, con un -1,9% a valore nei primi sette mesi dell’anno.

Guardando nel dettaglio l’andamento per singolo mese, si può notare come, dopo un inizio anno positivo (gennaio +7,9% e febbraio +3,9%), i mesi di marzo e aprile abbiano registrato trend fortemente negativi, con un flessione rispettivamente del -56,1% e del -37,6%.

La causa è da ricercare nel lockdown, che ha comportato limitazioni della mobilità individuale e chiusura della maggior parte dei punti vendita. E anche ai quei pochi negozi rimasti aperti sono stati imposti limiti alla pedonabilità interna e alle categorie merceologiche autorizzate alla vendita.

Con l’inizio della Fase 2, il mercato del DIY ha saputo reagire immediatamente e i nostri dati mostrano un rimbalzo molto positivo a maggio (+43%). Il trend positivo è continuato anche nei mesi successivi, con una crescita del +11,4% a giugno e del +12,8% a luglio. Gli ultimi tre mesi hanno saputo quindi compensare una parte importante del fatturato perso e questo fa ben sperare per il futuro, considerando anche i numerosi incentivi governativi inseriti nel Decreto Rilancio, come il Bonus Facciate, il Bonus Ristrutturazione, il Bonus Giardino e l’Ecobonus edilizio del 110%.

Settori: cosa si è venduto di più e cosa di meno

Tra i settori più importanti del mercato del Fai Da Te, quelli che mostrano un dato in crescita rispetto al 2019 nei primi sette mesi dell’anno sono: Giardinaggio (+4%), Cura della casa (+4%), Illuminazione (+3%) e Rivestimenti/Vernici (+7%).

I settori ancora negativi sono invece l’Edilizia (-3%), i Mobili (-5%), i prodotti di Ferramenta (-10%) e i Sanitari (-9%).

Nota metodologica

Attraverso la metodologia Retail Panel, GfK raccoglie in maniera continuativa i dati di sell-out del settore Fai da te. I contenuti dei dati delle tavole si basano sui dati di sell-out mensili a valore relativi al canale DIY Superstores (superfici specializzate nella vendita di prodotti fai-da-te con una superficie di vendita superiore a 800 mq). Le rilevazioni sono aggiornate a Luglio 2020 e tutti i trend si riferiscono al confronto a valore con lo stesso periodo del 2019.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy