• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga
Ten: DIY and Garden

icona consumatori Bricolage in Francia: aumenta l’attenzione alla riparabilità


bricolage-francia
bricolage-francia

Alkemics, la piattaforma per la collaborazione e la condivisione di dati sui prodotti tra marchi e distributori, e l’OpinionWay Institute hanno esaminato il rapporto tra i francesi e il fai-da-te. E quasi la metà dei francesi si dedica regolarmente al fai-da-te.

Secondo la ricerca, realizzata nel 2021, il 44% dei francesi dichiara di fare bricolage almeno una volta al mese e addirittura un 21% che lo pratica ogni settimana. Questa tendenza è stata chiaramente accelerata dalle conseguenze della crisi sanitaria, visto che il 27% ammette di aver fatto maggiormente fai da te rispetto a prima della pandemia e dei vari lockdown. Solo il 7% dei francesi dichiara di praticare mai.

I francesi fanno più bricolage rispetto al passato: quasi la metà è un’assidua frequentatrice del fai-da-te

  • 1/3 acquista prodotti per il fai da te almeno una volta al mese
  • I francesi spendono in media 681 euro all’anno e preferiscono
  • Il 60% acquista più volte all’anno in negozio contro il 43% su Internet.

L’88% si informa prima di acquistare, sia online che in negozio, e la descrizione del prodotto è tra le prime 3 informazioni ricercate.

  • il 51% si informa sui siti di e-commerce prima di acquistare
  • Il 45% cerca informazioni in negozio prima di acquistare
  • Le informazioni ricercate sono prioritarie: prezzo, disponibilità di magazzino e descrizione del prodotto.

Acquisti influenzati dal prezzo, dalle promozioni, dalla qualità, ma anche da criteri legati alle nuove tendenze di consumo, come la riparabilità, l’impatto ambientale o l’origine dei prodotti.

  • I criteri preferiti per l’acquisto sono il prezzo, la qualità e la disponibilità di magazzino.
  • L’84% è attento alle promozioni al momento dell’acquisto.
  • L’84% è influenzato dalla riparabilità del prodotto prima di acquistarlo.
  • Il 18% privilegia l’origine del prodotto e il 17% l’impatto ambientale

Il negozio fisico è preferito

Un terzo dei francesi acquista prodotti per il bricolage almeno una volta al mese. È più probabile che gli acquisti vengano effettuati in negozio: il 60% delle persone che effettuano più acquisti in un anno lo preferisce a Internet (43%). Nel dettaglio, i negozi specializzati sono preferiti (23%), rispetto ai siti web generalisti (16%), che a loro volta sono in testa alle sezioni di bricolage dei negozi generalisti (15%).

In media, i francesi spendono 681 euro all’anno per il bricolage. I rivenditori specializzati (Castorama, Leroy Merlin, Brico Dépôt, ecc.) stanno ottenendo buoni risultati, dato che i francesi spendono il loro budget più elevato per loro, sia nei negozi (487 euro) che sui loro siti web (267 euro). In generale, il 70% degli intervistati preferisce i rivenditori specializzati.

Indipendentemente dal luogo di acquisto, il budget maggiore è destinato ai pavimenti e ai rivestimenti. Il settore che spende di più è quello delle vernici e delle decorazioni, a pari merito con quello dei materiali e del legno, e poi quello dei giardini e delle piscine. Su Internet, le persone tendono a ordinare mobili/arredi, seguiti da materiali e falegnameria.

Progetti preparati meticolosamente

Se la mania del fai-da-te è quindi evidente, non si tratta di buttarsi a capofitto. L’88% dei francesi dichiara di informarsi prima di iniziare un nuovo progetto.

Oltre ad amici e parenti, consultati in via prioritaria da quasi un francese su due (45%), i francesi ripongono molta fiducia negli specialisti: il 59% consulta i siti web dei negozi specializzati (Leroymerlin.fr, Castorama.fr, Bricodepot.fr, ecc.) o di quelli dedicati al fai-da-te (Mano Mano, Brico privé, ecc.). Il 50% va direttamente al negozio per avere consigli.

Che si tratti di un negozio o di internet, le informazioni ricercate in via prioritaria quando si effettua un acquisto fai-da-te sono il prezzo, la disponibilità in magazzino e la descrizione del prodotto, con questi criteri che ottengono un punteggio di oltre 7/10.

Privilegiati prezzo, qualità e promozioni

Logicamente, i criteri più importanti per l’acquisto sono il prezzo (63%), la qualità dei prodotti e dei marchi offerti (50%) e la disponibilità di magazzino (40%).

L’84% dei francesi è attento alle promozioni. E amano curarsi e prendersi cura del proprio ambiente di vita. Alla domanda sulle loro aspettative, sembra che siano particolarmente interessati alle promozioni sugli acquisti relativi agli interni, in primo luogo vernici e decorazioni (44%), o mobili e arredi (37%).

Tendenze: il desiderio della riparazione e dell’impatto ambientale

Stanno emergendo nuovi criteri. Ad esempio, quasi un francese su cinque è sensibile all’origine del prodotto (luogo di produzione, made in France, ecc.) o al suo impatto ambientale, una tendenza che non si riscontra più solo nel consumo di prodotti alimentari.

La riparabilità è senza dubbio una nuova preoccupazione dei consumatori. In Francia, solo il 40% degli apparecchi elettrici ed elettronici rotti viene riparato. Il governo vuole portare questa cifra al 60% entro cinque anni grazie all’introduzione graduale di un indice di riparabilità da esporre nei negozi per alcune categorie a partire dall’inizio del 2021.

Si tratta di un tema di attualità che influenza il comportamento d’acquisto dei francesi. L’84% dichiara di essere molto o abbastanza influenzato dalla riparabilità. Se consideriamo le tipologie di prodotto, possiamo notare che le informazioni sulla possibilità di riparare il prodotto influenzano l’acquisto soprattutto nei settori del riscaldamento e dell’idraulica (71%), dell’elettricità e della domotica (69%), degli utensili (68%) e della cucina e del bagno (68%).



© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy