• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona comunicazione Il cacciatore ammazza l’orso?



La rete ha ormai raggiunto livelli di versatilità negli usi pubblicitari davvero straordinari. In questo inizio di settembre in You Tube è diventato un “caso” il video interattivo, messo in linea il 25 agosto scorso e realizzato dall’agenzia parigina Buzzman per il celebre bianchetto a striscia Tipp Ex. Il video descrive la situazione di un cacciatore insidiato da un grosso orso che si avvicina alla sua tenda. E’ a questo punto che verrete coinvolti nella scelta se sparare o non sparare all’orso (shot oppure don’t shot). Qualsiasi delle due opzioni che sceglierete porterà comunque il cacciatore a sporgersi all’esterno del suo perimetro video, prendere il Tipp Ex presente nel banner a fianco del filmato per cancellare la parola “ammazza” posta sopra il filmato.

Non solo. Il cacciatore vi inviterà anche a scrivere, usando la tastiera del vostro pc, un’altra parola qualsiasi. Dopo l’invio partirà un nuovo filmato dove orso e cacciatore faranno l’azione da voi suggerita. La parola può essere anche in italiano, noi abbiamo provato con “bacia”, “abbraccia”, “balla”, ma i filmati più buffi li abbiamo trovati con “gioca” con i due che giocano a mora e “uccide” con una sfida a duello tra cacciatore e orso che finisce in modo ridicolo. Scrivere parolacce porta solo alla visione di un contatto concitato tra orso e cacciatore praticamente coperto completamente dalla censura.

A questo punto non vi resta che provare.

La campagna sta avendo un successo straordinario e sono già milioni gli utenti che hanno guardato e giocato con il video del cacciatore. L’unico problema che comporta è che oggi digitando “tipp ex” nella casella “cerca” di Google si approda alle centinaia di siti che hanno ripreso il curioso video ma non a quello dell’azienda produttrice, la BIC. E’ uno dei costi del successo di una campagna virale su cui riflettere.

Redazione

Dalla redazione le ultime notizie sul mondo del bricolage e del giardinaggio

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.