• Magazine DIY
    per gli operatori
  • Magazine DIY
    per la famiglia
  • it

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Iscrizione Newsletter

Ten Newsletter

Dichiaro di essere al corrente sui termini della privacy policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Report 2018: il mercato mondiale DIY vale 589 miliardi di euro


E’ fresco di stampa il consueto “Global Home Improvement Report 2018” realizzato dalle associazioni internazionali di categoria, fedyma, EDRA e Ghin. Nel 2017, il fatturato del mercato mondiale del fai-da-te / casa ha raggiunto la cifra di 589 miliardi di euro, con un incremento del 2,6% rispetto allo scorso anno.

Nord America e l’Europa, insieme, rappresentano circa l’85% di questo mercato, sebbene la loro popolazione congiunta rappresenti solo il 15% della popolazione mondiale. I mercati fai-da-te di questi due continenti sommano 503 miliardi di € e raggiungono rispettivamente il 60% e il 28% del mercato mondiale.

Il Nord America ha registrato, nel 2017, la più alta spesa media pro-capite, con 919 € e circa l’81% del mercato mondiale del fai da te (477 miliardi di euro) è concentrato in soli 8 paesi: USA, Germania, Canada, Giappone, Regno Unito, Francia, Australia e Italia.

Inoltre, i tre principali Paesi del fai-da-te in Europa (Germania, Francia e Regno Unito) rappresentano il 52% del mercato del continente.

Per quanto riguarda la distribuzione, i 10 maggiori rivenditori di fai-da-te in tutto il mondo sono:

  • Home Depot (USA)
  • Lowe’s (USA)
  • ADEO (Francia)
  • Kingfisher (Regno Unito)
  • Bunnings Building (Australia)
  • Menards (USA)
  • OBI (Germania)
  • Bauhaus (Germania)
  • Sodimac (Cile),
  • Ace Hardware (USA)

Home Depot e Lowe rappresentano il 25% della quota di mercato globale.

Informazioni più dettagliate sono contenute nella nuova edizione del “Global Home Improvement Report 2018” che è distribuito dalle associazioni locali di fediyma: Herstellerverband Haus & Garten (Germania, Austria e Svizzera), IVG (Germania), Unibal (Francia), BHETA (Regno Unito), AFEB (Spagna e Portogallo), FEBIN (Belgio) e MADE4DIY (Italia).

Le società internazionali che non hanno sede in nessuno di questi paesi, devono contattare direttamente la Federazione europea dei produttori di fai da te (fediyma) o l’Associazione europea di fai-da-te (EDRA).