• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona tendenze No ai manutentori del verde, sì ai florovivaisti


A seguito di alcune richieste di chiarimento, pervenute a TEN – diyandgarden, ribadiamo il divieto, espresso da ANACI e Assofloro.

Lo scrivono gli amministratori di condominio di ANACI insieme ad Assofloro, dopo l’ulteriore stretta per far fronte all’emergenza coronavirus del nuovo DPCM del 22 marzo.

“ANACI si è immediatamente adeguata ai DPCM del Presidente del Consiglio dei Ministri, prendendo provvedimenti e misure per rendere sicure le attività nei condomini – ha affermato il presidente regionale Renato Greca – . Il Presidente nazionale Francesco Burrelli, grazie alla collaborazione del nostro Centro studi, ha emanato per tutti gli associati circolari di aggiornamento e linee guida di riferimento. Abbiamo chiesto ai nostri associati di rinviare le assemblee e di sospendere tutte le attività di carattere non urgente e non procrastinabile”.

“Grazie al confronto con Assofloro – prosegue Greca – siamo sempre più consapevoli dell’importanza del verde nei nostri condomini ma in questo momento di estrema emergenza per la Lombardia e per il nostro Paese, chiediamo in modo esplicito ai nostri associati di sospendere tutte le attività di manutenzione del verde nei condomini e consentire solo interventi nei fabbricati indispensabili per garantire servizi di interesse primario, tramite gli amministratori professionisti”. “Teniamo conto che questi imprenditori avranno un danno economico di grande valore e per molti sarà difficile riprendere l’attività. Speriamo che lo stato preveda i giusti indennizzi e non siano costretti a cessare la loro attività. Hanno tutta la solidarietà degli amministratori ANACI”.

Le attività permesse secondo i codici ATECO

E, infatti, a seguito del nuovo DPCM, le aziende che non producono “primaria necessità”, indipendentemente dalla loro natura, agricola o artigiana, devono fermare le proprie attività.

Riprendendo gli allegati delle Ordinanze si evince che:

  • Il Codice ATECO 81.30 (cura e manutenzione del paesaggio inclusi parchi, giardini e aiuole) non è ricompreso.
  • Alla voce relativa al “fermo delle attività nei cantieri”, nell’elenco dei cantieri che possono continuare la propria attività, non compaiono quelli relativi alla costruzione e manutenzione del verde.
  • Il Codice ATECO 01 (coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi) contemplato nell’elenco delle attività essenziali consentite, comprende anche i codici attinenti all’attività florovivaistica.  A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, i codici 01.19 (floricoltura e coltivazioni di altre colture non permanenti), 01.29 (coltivazioni di altre colture permanenti), 01.30 (riproduzione piante) e altri. Tali attività di produzione agricola potranno continuare ad essere esercitate, nell’osservanza delle disposizioni sanitarie.

“Nei giorni scorsi, in mancanza di indicazioni chiare per le attività di manutenzione del verde, abbiamo fatto appello al senso di responsabilità di tutti i nostri imprenditore ha aggiunto Nada Forbici, presidente di ASSOFLORO -. Oggi con le indicazioni del nuovo DPCM e le Ordinanze Regionali è chiaro che le attività di manutenzione del verde devono essere sospese. Torneremo a prenderci cura del vostro verde ancora meglio di prima” conclude Nada Forbici “appena l’emergenza sarà terminata”.

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy