In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Myplant & Garden, la conferenza stampa



Conferenza stampa, presso la Unicredit Tower Hall, per la presentazione della terza edizione di Myplant & Garden, International Green Expo – fiera internazionale b2b del florovivaismo, del paesaggio e del garden in Italia – che si terrà a Fiera Milano Rho-Pero dal 22 al 24 febbraio.

La manifestazione – nata dalla collaborazione tra un’organizzazione indipendente d’eccellenza, un omonimo Consorzio di imprese garante e promotore della manifestazione, il più grande polo fieristico europeo e le aziende e gli operatori della filiera green – in soli tre anni ha cambiato il panorama fieristico italiano del settore divenendone protagonista assoluto.

L’introduzione è stata d appannaggio di Valeria Randazzo, Exhibition Manager di Myplant & Garden, che ha aperto dichiarando gli oltre 500 espositori della terza edizione: “Un numero di imprese impensabile, in Italia, solo fino poco tempo fa. Myplant con questa edizione si conferma il solo, grande polo di attrazione e propulsione del settore verde in Italia. In una piazza fieristica centrale, internazionale, in grado di fare da traino alle tendenze, preparata a raccogliere le sfide del mercato”.

La parola è poi passata al presidente del Consorzio Gianpietro D’Adda, che ha dichiarato che “il florovivaismo italiano ha rialzato la testa. Da anni non si sentivano un entusiasmo, un fermento, una voglia di fare come in questi ultimi tempi. Indipendenza, entusiasmo, collaborazione, sinergie e nuove visioni hanno trasformato profondamente il mercato fieristico del settore in Italia e non solo. Myplant è una scommessa vinta insieme, realizzata da un’organizzazione d’eccellenza, voluta e promossa dal Consorzio Myplant & Garden, composto da aziende della filiera florovivaistica che, invece di disperdere le proprie forze, ha deciso di unire le proprie energie per il bene del settore”.

Non poteva mancare l’intervento di Roberto Rettani, presidente di Fiera Milano, che ha dichiarato l’orgoglio di  “ospitare una manifestazione così bella scenograficamente – che offre al settore nuovi stimoli, mercati, idee e un profilo di visitatore variegato, nuovo. Aggiungo poi che proprio quest’anno, grazie anche a Myplant & Garden, Fiera Milano può vantare un’offerta espositiva davvero completa. Il calendario fieristico 2017 ci vede presenti infatti nel florovivaismo (Myplant & Garden), nell’ortofrutta (Fruit & Veg Innovation) e nel comparto alimentare (Tuttofood). Questa proposta espositiva ci consente di presidiare l’intero comparto agricolo di prodotto. Siamo sicuri che questa edizione di Myplant & Garden possa essere ‘linfa vitale’ anche per il sistema fieristico milanese”.

Nei 3 giorni di apertura, il salone internazionale del verde diviene il centro del business internazionale del settore, mostrando negli 8 comparti espositivi (vivai, fiori, decorazione, edilizia, macchinari, servizi, tecnica, vasi) una ampiezza e profondità di offerta importante.

Dopo il buon debutto del 2015, nel 2016 il salone internazionale del verde era atteso al varco. La seconda edizione ha visto i 30.000 mq dei Padiglioni 16 e 20 di Fiera Milano Rho-Pero diventare una gigantesca, vivace e brulicante serra animata da 441 aziende (+102 sul 2015), da un forte incremento degli operatori certificati in visita (+40%) e da un sostanzioso programma di incontri, convegni e tavole rotonde di successo.

Ricchissimo il calendario delle attività collaterali che comprendono paesaggio, mercati, distribuzione, PPAA e filiera verde, green building, agronomia, decorazione, tecnologia, giardinaggio, architettura, botanica, florovivaismo, gestione d’impresa. Tra i molti segnaliamo GDS Break, incontri con la Gds, organizzato da diyandgarden.com e I Giardini Dynamici, un Concorso creativo di progettazione, ideato in collaborazione con la Fondazione Minoprio e con la partecipazione di AIAPP (Associazione Italiana Architettura del Paesaggio). Lo scopo è quello di creare un progetto prima, da realizzare concretamente poi, di giardino “curativo” a favore dei bambini dell’Associazione Dynamo Camp.