In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

Ten: DIY and Garden

icona tendenze Manutenzione della casa. il 72% fa da sè


Come reagiscono gli italiani di fronte a questi inconvenienti? A scoprirlo una ricerca commissionata da Arexons e condotta dall’istituto di ricerca Onepoll, in occasione degli 80 anni di Svitol.

Il 72% degli intervistati dichiara di occuparsi personalmente della risoluzione di questi piccoli inconvenienti domestici, percentuale che sale all’ 86% tra i rispondenti maschili. La motivazione è spesso economica (44%): il 43% è disposto a spendere fino a 10€ – limitandosi a comprare il prodotto necessario per la riparazione -, il 40% da 10€ a 30€, e solo il 16% spenderebbe più di 30€ – cifra minima necessaria per avvalersi dell’intervento di un tecnico. L’altro motivo per il quale si sceglie il Fai Da Te è l’urgenza: 3 italiani su 4, infatti, preferiscono risolvere la questione nel giro di una settimana, tempi difficili da rispettare con un intervento esterno.

Internet riveste un ruolo fondamentale anche nei piccoli lavori di manutenzione: il 53% infatti cerca su Youtube video tutorial per sistemare l’inghippo. Sono maggiormente le donne (59%), sempre più appassionate delle riparazioni fai da te, che si affidano alle dimostrazioni pratiche (uomini 48%). Stupisce come siano più i rispondenti tra i 31 e i 40 anni (60%) a rivolgersi alla rete rispetto agli under 30 (53%).

C’è invece chi preferisce delegare la questione ad altri: ad ammetterlo il 36% delle donne, contro il 12% degli uomini. Il 31% poi, chiede ad amici e parenti il nominativo di un tecnico fidato, mentre solo il 12% ricorre a Google per la ricerca di un intervento. Il 26% dei rispondenti d’età tra i 20 e i 30 anni si appella al papà, quasi sempre in grado di dare una mano. Il 24% delle donne si affida al partner “tutto fare”, cosa che raramente accade agli uomini (3%) che cercano di cavarsela per conto proprio.

Tra i lavori meno apprezzati, è sicuramente la sostituzione della tapparella quello ritenuto più fastidioso (57%), seguito dalla riparazione di un rubinetto che perde (49%). Riparare una porta che cigola (65%) e una serratura che non funziona bene (77%), sono invece ritenute mansioni poco fastidiose, forse anche perché a volte basta il semplice utilizzo del prodotto giusto per risolvere il problema.

Sembra quindi che gli italiani siano propensi a risolvere le piccole questioni domestiche con le proprie mani. Si preferisce contenere i costi e riparare il danno in poco tempo, anche perché per i piccoli lavori, spesso basta davvero poco. Seguire un tutorial su Youtube (e non solo per le generazioni dei “nativi digitali”), un po’ di spirito di iniziativa e i prodotti giusti possono regalare qualche soddisfazione anche ai meno avvezzi ai lavoretti manuali.

“Questo per Svitol è un anno molto importante – ha dichiarato Domenico Ciaglia, CEO di Arexons -. Celebriamo i risultati con una nuova veste grafica in edizione limitata, che ricorda il packaging storico e racconta la famiglia, concetto cui Svitol è da sempre legato”.

Questa edizione speciale celebrativa riporta sul packaging anzitutto il logo storico che risale al 1938 e una grafica che racconta la famiglia che dagli anni ’40 utilizza Svitol per i piccoli inceppamenti quotidiani. Per l’anniversario è prevista una promozione ad hoc e un concorso, valido fino al 21 novembre, che prevede, fra gli altri, una Fiat 500 come premio finale ad estrazione.