• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga
Ten: DIY and Garden

icona produzione StanleyBlack&Decker acquista il 100% di MTD Holdings


StanleyBlack&Decker acquista il 100% di MTD Holdings
StanleyBlack&Decker acquista il 100% di MTD Holdings

StanleyBlack&Decker ha annunciato di aver accettato di acquisire la restante quota dell’80% in MTD Holdings Inc. (“MTD”), produttore di macchine per il giardino, per 1,6 miliardi di dollari. StanleyBlack&Decker aveva acquistato il 20% di MTD nel 2019.

“L’unione creerà un leader globale nella categoria outdoor da 25 miliardi di dollari, con marchi forti e opportunità di crescita che si allineano con due tendenze di mercato che guidano la nostra attività: la riconnessione dei consumatori con la casa e il giardino e l’elettrificazione – ha commentato James M. Loree, CEO di StanleyBlack&Decker -.

Con oltre 2,5 miliardi di dollari di entrate negli ultimi dodici mesi, MTD progetta, produce e distribuisce trattorini rasaerba, tosaerba a raggio zero, tosaerba uomo a terra, spazzaneve, tosaerba robotizzati residenziali, apparecchiature elettriche portatili per esterni e attrezzi da giardino sia per i consumatori residenziali che professionali sotto marchi noti come Cub Cadet ® e Troy-Bilt ® . MTD dispone di impianti di produzione all’avanguardia in Nord America ed Europa e una rete di distribuzione globale.

Insieme StanleyBlack&Decker e MTD hanno un percorso avvincente per introdurre prodotti nuovi e innovativi per i clienti di apparecchiature per esterni professionali e residenziali. MTD ha compiuto progressi significativi nel migliorare il proprio margine EBITDA dal 4,5% nel 2018 a cifre singole elevate negli ultimi dodici mesi e c’è una pista per un ulteriore miglioramento del margine EBITDA per gli adolescenti nei prossimi quattro anni man mano che si realizzano opportunità di costi e ricavi .

La Società prevede che la transazione si traduca in sinergie sui costi annuali cumulativi di circa $ 100 milioni entro il 2025. L’ipotesi di pianificazione per il 2022 prevede un fatturato di circa $ 2,6 miliardi e un EBITDA rettificato consolidato di oltre $ 230 milioni. Si prevede che gli oneri una tantum associati all’acquisizione saranno di $ 175 – $ 200 milioni di integrazione, ristrutturazione e altro accordo relativi costi e circa $ 125 – $ 150 milioni di spese non in contanti come l’aumento dell’inventario, che nel complesso saranno in gran parte sostenute al momento della chiusura e durante i primi tre anni di proprietà. 

L’acquisizione, che è soggetta alle approvazioni normative e alle consuete condizioni di chiusura, dovrebbe concludersi nel 2021 e sarà finanziata con una combinazione di liquidità disponibile e proventi da indebitamento, che prevediamo includano il supporto di nuove linee di credito.



Dalla redazione le ultime notizie sul mondo del bricolage e del giardinaggio

© SAGA s.r.l.
Ogni diritto sui contenuti è riservato ai sensi della normativa vigente. I contenuti di www.diyandgarden.com non possono, neppure in parte, essere copiati, riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto della società SAGA srl.

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato
sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email


Privacy policy