• eng
    Ten International
  • ita
    Ten italiano
  • logo bricoliamo
    Magazine DIY
    per la famiglia
  • logo saga

In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di Ten

Privacy Policy

Ten: DIY and Garden

icona distribuzione Bricofer Carpi (MO). La visita



Il nuovo negozio Bricofer a Carpi (MO) s’inserisce in un’area commerciale già consolidata sul territorio e in fase di espansione, con la costruzione di nuove strutture e nuovi insediamenti commerciali. Si posiziona in un punto di snodo (il classico rondò) che consente grande visibilità.

Pur riprendendo i classici canoni cui ci ha abituato l’insegna dell’elefante, il negozio presenta alcune novità interessanti e declinazioni che tengono conto del territorio in cui si trova ad operare. In questo senso è singolare trovare immediatamente dopo l’area d’ingresso, dedicata alla stagionalità e alla promozione, il reparto macchine da giardino: “Lavoriamo su un territorio dove lo sviluppo urbanistico è per lo più orizzontale – ci spiega Luca Fantuzzi, area manager del Gruppo Bricofer, che ci accompagna durante la visita-. Con molte villette con giardino e un’utenza abituata a lavori di manutenzione”.

E, in questo senso, non è un caso che al reparto macchine, posizionato sulla destra del corridoio principale, facciano da contraltare, sulla sinistra, prodotti di manutenzione e/o complementari come elettrountensili, compressosi, aspiratori e, il reparto car care. Quest’ultimo, più ampio, con un’area promo che lo divide dal prospiciente reparto utensileria. Una soluzione che ci è piaciuta perché è di servizio e stimola il cliente ad un completamento nell’acquisto.

A seguire del reparto garden troviamo, per la novità del reparto Dhomus Pet, due corsie dedicate al Pet care, suddivisi tra alimentazione cane e gatto, secco e umido, più accessori. ” Un buon assortimento per un progetto che sta dando ottimi risultati e che serve per fidelizzare la clientela” prosegue Luca Fantuzzi.

Nella parte centrale del punto vendita troviamo il cuore dell’anima di Bricofer, ovvero i reparti tecnici: idraulica, elettricità, ferramenta, illuminazione e vernici. Centrale il banco di vendita assistita, che corre su tre lati, vera e propria evoluzione dei primissimo esempio che vedemmo con l’apertura del city di Roma Marconi.

“Qui il cliente provato o professionale può rivolgersi al personale di vendita per i servizi di duplicazioni chiavi, taglio corde, catene e per l’assistenza nell’acquisto di sistemi domotici, serrature, maniglie, insomma, di tutti quei prodotti che hanno bisogno di essere spiegati”.

Ampia l’area delle vernici che comprende, ovviamente il tintometro, e che è stata organizzata “in modo da renderla facilmente leggibile con smalti e impregnanti da una parte, idropittura dall’altra e, infondo l’accessoristica” prosegue Fantuzzi.

Al settore legno, il passaggio ai serramenti è connotato da un’altra novità per un punto vendita Bricofer. Si tratta ” di un progetto più strutturato derivato dall’esperienza di Ottimax. Quindi, non solo porte ma anche tende e finestre con la possibilità di personalizzazione”.

Infine, si passa all’esterno con il nuovo Drive, l’area esterna dedicata alla corte edile con tre persone in assistenza e un punto cassa autonomo. Due i comparti: il mondo costruzione giardino e il mondo più propriamente legato all’edilizia. Un assortimento definito da Luca Fantuzzi “semplice ma efficace nei bisogni primari. E’ il punto di partenza, l’inizio di uno uno sviluppo futuro”.

 

Giulia Arrigoni

Giornalista specializzata sul mercato bricolage e le tendenze del settore fai-da-te e decorazione della casa. Ha collaborato con le più importanti riviste specializzate.