In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona tendenze Il DIY per Donald Trump e Hilary Clinton


L’edizione 2016 del “True Cost Report” realizzato da HomeAdvisor ha svelato differenze curiose nel modo in cui i Democratici e i Repubblicani affrontano i progetti per la manutenzione e il miglioramento della casa.

Considerando che il 2016, negli Stati Uniti, è fortemente influenzato dalle prossime elezioni presidenziali, HomeAdvisor ha deciso di esplorare l’impatto di appartenenza politica e di altri aspetti sugli atteggiamenti del proprietario di casa e sul processo decisionale relativo al miglioramento. Le scoperte di HomeAdvisor suggeriscono una notevole correlazione tra il carattere politico dei proprietari di abitazione e il loro approccio ai progetti di casa.

Mentre i Democratici, guidati da Hilary Clinton, sono più disposti a spendere soldi per progetti di casa e ricorrere al sempre più diffuso “do it for me”, i Repubblicani, guidati da Donald Trump, hanno maggiori probabilità di completare i loro progetti ricorrendo alla classica attività di “fai-da-te“.

In particolare i Democratici hanno riferito la volontà di spendere 1,5 volte (fino a $ 3417) rispetto ai repubblicani (fino a $ 2194) per la manutenzione della casa o un progetto di ristrutturazione. Al contrario, 6 repubblicani su 10 – rispetto ad appena 4 su 10 democratici – dicono che realizzeranno un progetto per conto proprio perché pensano sia troppo costoso assumere un professionista.

Forse la differenza più notevole negli atteggiamenti di Democratici e Repubblicani proprietari di casa è la loro prospettiva per l’economia: il 58% dei repubblicani ritiene che peggiorerà, rispetto al 27% dei democratici.

“L’indagine ha scoperto che fattori come appartenenza politica, età e posizione geografica possono influenzare in modo significativo l’atteggiamento dei proprietari di abitazione americani e il processo decisionale quando si tratta di progetti di miglioramento e riparazione a casa – ha dichiarato l’HomeAdvisor’s Cost Advisor, Leah Ingram -. Inoltre, i proprietari sono più disposti a investire in progetti di miglioramento casa e sono preparati a farlo.”

I Punti salienti del Rapporto sono:

Il rapporto permette di comprendere come gli aspetti generazionali, regionali e le politiche territoriali influenzano i proprietari di case americani, negli atteggiamenti, le abitudini di spesa e nel processo decisionale, quando si tratta di progetti di miglioramento della casa. Il rapporto, che raccoglie i dati relativi ai costi reali di milioni di progetti, realizza anche un sondaggio annuale condotto tra i proprietari di abitazione.

L’atteggiamento del proprietario di casa relativamente ad abitudini e progetti riguardo alla propria casa, sono simili sia che si tratti di Millennials sia di Baby Boomers, in quanto entrambi i gruppi di età stanno completando più progetti di manutenzione e riparazione rispetto a qualsiasi altro gruppo di età. Ciò nonostante si evince una maggiore diffidenza dei Millenians rispetto ai costi degli interventi.

Per il 92% dei proprietari di casa destina alla manutenzione della propria casa un budget che è secondo solo alle spese per le vacanze.

I proprietari di abitazione sono più concentrati su operazioni di ristrutturazione, manutenzione ordinaria, riparazione, nonchè progetti di risparmio energetico e di sicurezza, con servizi di installazione di allarme. Il fabbro è stata la figura professionale più richiesta nel corso del 2015.

“I nostri dati indicano che, negli ultimi 12 mesi, c’è stato un aumento del 47% di proprietari di casa che ha speso più di $ 1.000 su progetti per il miglioramento della casa – ha proseguito Ingram. Noi attribuiamo l’aumento ai crescenti prezzi delle abitazioni e alla conseguente volontà di aumentare confort e valore dell’abitazione.

Nel 2016 il 92% degli intervistati ha riferito di pagare con denaro contante per le spese di manutenzione e ristrutturazione, mentre l’8% lo fatto con un finanziamento (rispetto al 93% e 7% nel 2015). Allo stesso modo, l’81% dei proprietari di casa ha pagato in contanti per lavori di miglioramento e 19% con finanziamento (rispetto al 83% e 17% nel 2015).

Infine, l’attività di Home Improvement si concentra fortemente nelle aree urbane: Tuttavia, le ampie differenze di reddito sia delle famiglie sia dei prezzi delle abitazioni fanno sì che la spesa media, soprattutto nei progetti più grandi, varia sensibilmente in tutte le aree metropolitane

Chi è HomeAdvisor

HomeAdvisor è portale di servizi statunitense, che fornisce, a livello nazionale, ai proprietari di casa gli strumenti e le risorse per la manutenzione e il miglioramento della propria abitazione. Si tratta di un marketplace che monitora i costi dei diversi interventi e fornisce elenchi di professionisti e dà la possibilità di prenotare on line gli interventi.