In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona tendenze Casa: secondo Gfk, gli italiani la vorrebbero più spaziosa


Un italiano su tre vorrebbe vivere in una casa più grande, con mobili più belli e con tanto spazio per conservare i propri oggetti. Questo quanto emerge da un’indagine GfK che ha coinvolto oltre 27.000 persone di 22 paesi.

A livello internazionale, le donne vorrebbero migliorare l’interior design e l’arredo della casa, gli uomini le dimensioni e la dotazione tecnologica.

L’indagine internazionale GfK ha coinvolto oltre 27.000 persone di 22 Paesi, tra cui l’Italia. Nel nostro Paese, in particolare, emerge forte il desiderio di avere maggiore spazio sia in termini più generali relativi alla dimensione dell’abitazione (33%) ma anche, e più specificamente, in relazione alla sistemazione (il cosiddetto “ripostiglio”) per il 34%, stessa percentuale indicata anche per il miglioramento dell’arredo.

Se questi si rivelano i principali motivi che spingono gli italiani a voler cambiare l’abitazione – e lo spazio in particolare, tra gli uomini si rivela l’elemento più forte (29%), tra le donne emerge maggiormente i desiderio di cambiare o migliorare i mobili (39%)

Poche le differenze che emergono anche guardando alle diverse fasce d’età: il bisogno di spazio per conservare le proprie cose è messo al primo posto dalle fasce d’età 30-39 anni, 40-49 anni e dagli over 60. I ventenni e i cinquantenni sognano invece di cambiare l’arredamento, mentre gli adolescenti (15-19 anni) desidererebbero una casa più grande.

La ricerca internazionale

I risultati dell’indagine a livello internazionale hanno messo in evidenza, com’era logico, maggiori elementi, anche se, complessivamente, la maggior parte delle persone vorrebbe cambiare il design degli interni (39%), la dimensione complessiva o la disposizione degli spazi (38%) e l’arredamento (35%) della propria casa.

Il desiderio di migliorare il design degli interni è diffuso in particolare in Turchia e in Russia, Paesi dove oltre la metà degli intervistati (rispettivamente il 56% e il 55%) ha messo questa caratteristica al primo posto.

C’è voglia di maggiore spazio invece a Hong Kong (50%), in Russia e Argentina (entrambe con il 49%), mentre il desiderio di migliorare l’arredamento è una priorità soprattutto in Russia (54%) e Turchia (49%).

Russia e Cina sono prime in classifica tra i paesi dove le persone vorrebbero cambiare o migliorare la propria dotazione di elettrodomestici – rispettivamente con il 45% e il 40% – mentre in Cina (34%) e Messico (30%) le persone vorrebbero avere in casa un numero maggiore di dispositivi per lo svago e l’intrattenimento.

Corea del Sud (42%), Hong Kong e Cina (37% per entrambe) hanno le percentuali più alte di persone che vorrebbero migliorare il livello generale di pulizia delle proprie case.

Hong Kong è primo in classifica anche per quanto riguarda il bisogno di maggiore spazio dove archiviare i propri beni (47%) e il desiderio di avere una casa meglio organizzata (40%).

Questo per quanto riguarda l’interno delle abitazioni ma cosa cambia quando si vanno a considerare giardini, cortili e altri spazi verdi? In questo caso, sono soprattutto i cittadini di Messico (43%) e Australia (38%) a indicare le aree all’aperto come l’aspetto delle proprie case che vorrebbero migliorare maggiormente.

Uomini e donne

La casa dei sogni non ha però le stesse caratteristiche per donne e uomini. A livello internazionale, le donne vorrebbero cambiare soprattutto il design degli interni e le decorazioni di casa propria (49% del totale). A seguire, vengono indicati come aree di miglioramento i mobili e l’arredamento in genere (40%), la disposizione degli spazi e le dimensioni della casa (39%).

Per quanto riguarda gli uomini, invece, gli aspetti dell’abitazione più indicati tra quelli “da migliorare” sono le dimensioni e il layout della casa (37%), la dotazione di elettrodomestici e l’arredamento (entrambi citati dal 35% degli intervistati). Inoltre, a livello internazionale, è molto più elevato il numero di uomini interessati a migliorare la dotazione di dispositivi per l’intrattenimento della loro casa (30%), rispetto alle donne (19%).

Infine, Paesi Bassi, Giappone, Germania, Francia e Belgio si distinguono per le percentuali più alte di intervistati che non vorrebbero cambiare nessuna delle caratteristiche della propria casa indicate nella ricerca.