In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona tendenze Artensile 2016 conclude ai Makers Days di Sarzana


Il 10 e l’11 dicembre Artènsile, progetto artistico/fotografico ideato da Sabrina Canese nel 2012, ha concluso il suo percorso nel Tag di Sarzana, uno spazio di coworking dove l’innovazione, la contaminazione, il talento e il mondo digitale sono asset principali.

Una due giorni organizzati dall’associazione Brick Markerspace in sinergia con Tag Sarzana, dedicati all’artigianato 2.0, alle realtà creative e a tutti quelli che si ingegnano usando mani, testa e tecnologia per mettere in pratica le proprie idee e per realizzare un progetto.

Quindi da Milano, ospitati nell’autodromo di Monza, si rientra sul territorio di appartenenza, nello spazio delle idee e dell’innovazione, Tag Sarzana, dove Artènsile esporrà alcune foto del concorso e l’intervento dell’ideatrice Sabrina Canese spiegherà come la ferramenta è diventata punto d’incontro fra arte, cultura, impresa e territorio.

Perchè Artènsile si coniuga ad uno spazio di co-working in un evento dedicato all’artigianato digitale? Se dovessimo identificare Artènsile, con delle parole chiave, quelle più giuste sarebbero: Arte, Impresa Territorio, Rete, Talenti, Recupero/riciclo, Digitale, Innovazione.

Da un’azienda del territorio locale (l’accezione di “azienda” già configura un luogo di lavoro e condivisione di competenze) che opera in un settore comune come quello della “ferramenta”, nasce un’idea nuova, un progetto, che spinge l’impresa a migliorarsi attraverso forme espressive diverse da numeri e bilanci, che coniuga arte e oggetti quotidiani, che recupera il valore artistico di utensili di uso comune mediante la fotografia. Un progetto che ha messo in comunicazione diversi territori – favorendo il dialogo e la contaminazione e costruendo un percorso e una rete di relazioni: dal sito Nova Cantieri Creativi di Santo Stefano Magra, al Centro di Arte e Moderna e Contemporane, alle vetrine dei negozi della città, all’autodromo di Monza – e diversi settori/mondi: un museo, una fabbrica, una vetrina di un negozio, un circuito sportivo, e infine Talent Garden di Sarzana, il co-working, luogo delle idee e dei progetti innovativi, dimostrando, così, la sua natura flessibile e la capacità di adeguarsi ai vari contesti.

Il format del concorso fotografico ha permesso l’avvicinarsi, al progetto e al mondo aziendale, di talenti e nuove competenze provenienti da tutta Italia, che con la loro arte e creatività, hanno dato una visione nuova della nostra quotidianità, una lettura diversa del “mondo impresa” che può far leva, per posizionarsi sul mercato e differenziarsi dalla concorrenza, su competenze e progetti al di fuori di classiche logiche e ratio aziendali.

Artènsile è un progetto che ha fatto del digitale la strada maestra per farsi conoscere oltre i confini territoriali locali e per richiamare l’attenzione di giovani artisti talentuosi. Definito da molti “innovativo” per la sua unicità non solo nel settore di riferimento, non si trovano casi di progetti di tale natura nel comparto, ma anche nel territorio di appartenenza.

La partecipazione di Artènsile a Makers Days decreta la conclusione di un percorso molto costruttivo, ma al tempo stesso, possiamo definirlo un progetto che porta il marchio “Open Innovation”.