In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona produzione Ultimo saluto a Oliviano Spadotto


All’età di 84 anni è venuto improvvisamente a mancare Oliviano Spadotto, fondatore e presidente della Claber, azienda di primissimo piano nel campo dell’irrigazione e che l’intero staff di Bricoliamo, insieme ai suoi lettori, conoscono molto bene per il sostegno e l’amicizia di cui ci ha sempre voluto onorare, sin dai primi vagiti del portale, dieci anni fa, nel 2005.

Riportiamo intergalmente il testo in memoria giunto in redazione da Claber.

Il 28 agosto 2015 è mancato un protagonista del mondo dell’irrigazione e del panorama industriale italiano: Oliviano Spadotto, Presidente della Claber SpA.

Nato il 29 marzo 1931, avvocato per formazione, imprenditore e innovatore per vocazione, nel 1969 divenne co-fondatore di una minuscola azienda a Fiume Veneto (PN), nell’operoso Nord Est d’Italia. Inizia così la storia di Claber SpA, un marchio di riferimento a livello internazionale nei prodotti e sistemi per l’irrigazione, leader riconosciuto nel mercato del giardinaggio domestico e partner di progetti di “landscape architecture” di rilevanza mondiale, con la divisione professionale Clabermeteo.

Grazie alla guida instancabile e alla visione sempre all’avanguardia di Oliviano Spadotto, Claber è diventata una grande azienda con 180 dipendenti, fra gli stabilimenti di Fiume Veneto e Maniago (PN) e le filiali in Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti ed Emirati Arabi. Esportati in oltre 70 paesi nel mondo, i prodotti Claber, con le loro innovazioni tecnologiche, la loro qualità totale ed il loro design originale, rappresentano un’espressione di eccellenza assoluta nel Made In Italy.

Nel 1995, Claber è stata la prima azienda italiana nel settore del giardinaggio e dell’irrigazione a ottenere la certificazione UNI ISO 9001: un risultato che Oliviano Spadotto ritenne non solo un traguardo importante, ma un punto di partenza verso l’affermazione internazionale di Claber e uno stimolo al miglioramento continuo dei processi, dei prodotti, dei servizi logistici e commerciali e del customer care, con un impegno quotidiano e investimenti importanti.

Per ferma volontà di Oliviano Spadotto e dell’intero management aziendale, Claber ha resistito alle tentazioni della delocalizzazione, mantenendo un controllo totale e diretto sulla qualità all’interno dei propri stabilimenti.

Il Centro Logistico Claber, inaugurato nel 2008 direttamente di fronte allo stabilimento produttivo e agli uffici direzionali di Fiume Veneto, ha triplicato la capacità del precedente magazzino per rispondere in maniera sempre più pronta, flessibile ed efficiente alle crescenti richieste del mercato, con una gestione completamente informatizzata.

Sempre in sintonia con la profonda visione etica oltre che imprenditoriale del suo Presidente, Claber ha fatto dell’eco-sostenibilità un punto fondamentale: dall’autoproduzione di energia pulita e rinnovabile, all’efficienza energetica degli stabilimenti, all’utilizzo di materiali riciclabili per i prodotti e per il loro packaging, alla riduzione dell’impatto ambientale dei processi.

Oliviano Spadotto viveva la sua attività di imprenditore come una missione che si intrecciava a un’altra sua profonda passione: la ricerca scientifica e tecnologica. Fra i fondatori nel 1996 del Consorzio Universitario di Pordenone, del quale mantenne la guida fino al 2004, e del Polo Tecnologico di Pordenone, di cui fu il primo presidente a partire dal 2002, creò per la sua Claber la Scuola dell’Acqua: un’istituzione unica nel concetto, nata dal recupero architettonico di un’antica centrale idroelettrica ripristinata e trasformata in un centro di formazione tecnica, punto di incontro per workshop sul tema dell’irrigazione, dell’acqua e del verde, nonché centro di Ricerca e Sviluppo per gli innovativi prodotti Claber.

Sempre all’avanguardia nell’efficacia, nella versatilità e nella facilità d’uso, spesso imitate ma mai eguagliate, le soluzioni Claber hanno cambiato il modo di prendersi cura del verde domestico e collettivo. Da “best seller” storici come Aqua 2, i primi programmatori elettronici per 2 linee di irrigazione indipendenti, e Colibrì System, l’originale sistema di microirrigazione “fai da te” che ha portato i grandi vantaggi dell’irrigazione interrata anche nei piccoli giardini, fino all’introduzione di sistemi a radiofrequenza come Aqua Radio, che sfruttano nei giardini domestici delle soluzioni create originariamente da Claber per l’irrigazione dei grandi spazi verdi collettivi.

Nata nel 1996, sempre sull’impulso e con la guida di Oliviano Spadotto, la divisione Clabermeteo è oggi fra le realtà di riferimento nell’irrigazione centralizzata professionale, con realizzazioni che recepiscono le nuove frontiere della tecnologia e raccolgono le sfide della sostenibilità ambientale. La ricerca Clabermeteo nel campo dell’informatica, della telematica e delle tecnologie “smart”, unita all’esperienza Claber nell’irrigazione ed alla sinergia con la Scuola dell’Acqua, hanno dato vita a “water solutions” di livello mondiale che spaziano dagli stadi delle Olimpiadi di Atene, alle aree verdi di città come Treviso, Nizza e Digione, il Montecarlo Bay Hotel & Resort, lo storico Père Lachaise Cemetery di Parigi, le Cantine Ferrari e Fieramilano.

Impegnato fino all’ultimo giorno in riunioni, viaggi di lavoro e progetti innovativi per l’irrigazione domestica e professionale, lascia un ricordo ed un esempio indelebili ai figli Dario e Gianluigi ed all’intero staff aziendale, che ne raccolgono il testimone e ne continuano l’opera, nel segno dell’innovazione, della qualità, della responsabilità nei confronti dei collaboratori, dei clienti, dei consumatori, della società e dell’ambiente.

Valori autentici di cui Claber è sinonimo nel mondo, grazie alla straordinaria personalità imprenditoriale, intellettuale e umana di Oliviano Spadotto.