In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona produzione StanleyBlack&Decker e IULM: la sostenibilità è il nostro impegno


StanleyBlack&Decker annuncia che si è concluso il “Contest Stanley Black&Decker – Ecosmart: our commitment to a sustainable future”, l’iniziativa in collaborazione con l’Università IULM che ha premiato i migliori studenti con uno stage formativo all’interno dell’azienda.

Il Contest si inserisce all’interno di un piano strategico più ampio che vede StanleyBlack&Decker abbracciare il concetto di sostenibilità nei suoi processi di progettazione, produzione e nell’ambiente di lavoro. In più, tutte le iniziative dell’azienda inerenti l’impegno ambientale sono oggi identificate dal brand ECOSMART™ e si declinano in tre aree: People – Planet – Product.

Il contest, della durata di 4 mesi, ha visto gli studenti dello IULM impegnati nella definizione di un piano per comunicare efficacemente, sia internamente che esternamente, le attività di sostenibilità relative all’area “People”.

Gli studenti, divisi in gruppi di tre, hanno lavorato in team, presentando i loro progetti ad una giuria formata dai docenti dell’Università e da professionisti di StanleyBlack&Decker italiani e stranieri. I tre vincitori sono stati premiati con un periodo di stage (due persone in Italia e una in UK) con la possibilità di continuare a lavorare nel marketing e sviluppare progetti di comunicazione sulla sostenibilità.

“Siamo costantemente impegnati a migliorare la sostenibilità delle nostre attività e dei nostri prodotti collaborando con i nostri fornitori e i nostri clienti a cui chiediamo di lavorare nella stessa direzione” – afferma Alberto Casati General Manager Southern Europe – GTS di StanleyBlack&Decker – “Siamo molto soddisfatti dei risultati della collaborazione con l’università IULM così come della partecipazione e dell’impegno degli studenti. Costruire una crescita sostenibile con l’aiuto dei giovani è uno dei nostri obiettivi e speriamo di poter replicare questa esperienza positiva in altri paesi”.