In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona distribuzione Viridea, +6% rispetto al 2015


Approfittando del 20° anniversario, Viridea coglie l’occasione per fare il punto sulla situazione dei 9 garden center attivi in Lombardia, Piemonte e Veneto.

Nata nel 1997 dall’esperienza dalla Rappo srl, storica azienda attiva nel settore del giardinaggio professionale, l’attuale format dei negozi Viridea si caratterizza per l’inconfondibile struttura a forma di serra e un percorso che include tre aree merceologiche: giardinaggio e piante, casa e dècor, animali. A queste si è aggiunto negli ultimi due garden center di Montebello della Battaglia (PV) e Arese (MI) un quarto reparto dedicato al mondo del biologico, con una gamma di oltre 3.000 prodotti certificati, dall’alimentazione all’erboristeria.

Nel 2016 i nove Viridea Garden Center hanno accolto complessivamente oltre 7 milioni di visitatori registrando un fatturato pari a 60,2 milioni di euro, e una crescita del 6%, realizzata dai 490 dipendenti. rispetto all’anno precedente, dato che ha confermato per l’azienda una posizione di grande rilievo nel mercato di riferimento.

“L’apertura del primo punto vendita Viridea di Cusago, 20 anni fa, fu la concretizzazione della volontà di un’impresa di giardinaggio di differenziare la propria offerta – ha commentato Fabio Rappo, fondatore Viridea – In quel momento si trattò di un puro gesto di passione pensato per gli appassionati, quali siamo noi stessi, di piante, fiori e animali. L’obiettivo era quello di offrire prodotti e servizi in un ambiente piacevole, che meritasse la visita, indipendentemente dalla necessità di acquisto. I 20 anni trascorsi ci hanno consentito di perfezionare e replicare l’iniziativa, mantenendo immutati i principi ispiratori. Per il futuro siamo impegnati a realizzare altri punti vendita su nuovi mercati, adeguando la nostra offerta al mutare delle esigenze dei clienti ma restando sempre fedeli alla nostra filosofia”.