In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona distribuzione SOS Bricolage in Francia


In Francia, in particolare all’esterno del negozio Weldom (insegna facente parte del Gruppo Adeo insieme a Leroy Merlin, Bricoman, Bricomart e Aki) di Luynes, vicino a Tours, è apparso nel dicembre scorso un distributore automatico di prodotti per il fai da te. Si chiama SOS Bricolage. Un’esperienza nuova che il Gruppo Adeo vuole sperimentare a Luynes per tutto il 2014. Sulla base dei risultati e dell’apprezzamento della clientela, alla fine dell’anno il distributore automatico SOS Bricolage potrebbe essere installato all’esterno di tutti i punti vendita del Gruppo (poco meno di 300 sul territorio francese).

Nel distributore si trovano 40 diversi prodotti di prima necessita: lampadine, pile, adesivi, flessibili, tasselli, raccordi per l’irrigazione, il WD-40 e anche un modello di trapano. Il tutto esattamente all’identico prezzo che si può trovare all’interno del negozio.

I primi dati, dopo poche settimane di sperimentazione, sembrano dire che la maggioranza dei consumatori che usufruiscono del distributore automatico lo fanno nella pausa pranzo o nelle ore serali di chiusura del negozio, circa il 35% usa il distributore di domenica o nei giorni festivi. Molto basso è l’utilizzo del distributore automatico quando il negozio aperto, a testimonianza che i clienti preferiscono comunque il rapporto con un addetto durante l’acquisto, anche se questo potrebbe voler dire impiegare più tempo e, a volte, anche sopportare l’eventuale coda alle casse.

Naturalmente l’iniziativa SOS Bricolage non ha nulla a che vedere con la battaglia in atto in Francia riguardo alle aperture domenicali dei punti vendita, fortemente limitate da una legge del 2009 che prevede la possibilità di apertura solo per i negozi ubicati all’interno di alcuni périmètres d’usage de consommation exceptionnel (puce), cioè di aree urbane con più di un milione di abitanti, le quali, secondo l’Istituto Nazionale di Statistica francese (INSEE) sarebbero individuabili nelle sole Parigi, Lione, Marsiglia e Lille. Il dato insolito di questa battaglia riguarda i lavoratori che, in aperta polemica con il sindacato, si sono schierati in grande maggioranza con le insegne a favore delle aperture domenicali (orari di lavoro che in Francia vengono pagati esattamente il doppio rispetto alla normale paga oraria). Nel settembre scorso Leroy Merlin e Castorama hanno polemicamente aperto i loro punti vendita di domenica rischiando una multa di 120 mila euro per ogni negozio aperto.