In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona distribuzione Inaugurato a Kiev il più grande brico del mondo


Venerdì 11 dicembre scorso Viktor Yushchenko, allora presidente dell’Ucraina, ha tagliato ufficialmente il nastro inaugurale dell’Epicentr K6 (Kiev 6), il più grande centro di building material, brico e deko per la casa al mondo.  Epicentr K6 si estende su una superficie di 55.000 metri quadrati di cui 12.000 dedicati a un garden centre (suddiviso su due piani) che per la parte delle piante e dei fiori è stato progettato e sviluppato con la collaborazione tutta italiana del Gruppo Orlandelli: Ugo, Marco, Andrea e Paola Orlandelli di Canicossa (MN). L’apertura ufficiale al pubblico è stata effettuata sabato 12 dicembre ed ha registrato un afflusso di persone incredibile.

L’ideatore della catena Epicentr è Alexander Gerega, coadiuvato dalla moglie Galina Gerega. Alexander Gerega è un imprenditore di 42 anni che ha iniziato la sua strada verso il successo con un piccolo negozio di 100 metri quadrati. Nel 2003 decise di investire tutte le sue risorse in un “grande” centro commerciale di 11.000 metri quadrati a Kiev, il K1, che fu inaugurato il 6 dicembre e oggi è stato ampliato a 16.000 metri quadrati. Dal K1 in poi la crescita è stata esponenziale: 23 centri commerciali specializzati in casa e bricolage in Ucraina di cui 6 a Kiev, il fatturato complessivo del 2009 è stimato in quasi 1,5 miliardi di dollari USA.

L’Epicentr K6 è stato realizzato in poco meno di un anno: la costruzione dei capannoni è stata effettuata da una azienda del gruppo in tempo record. Oltre all’ampiezza il K6 ha dei concetti espositivi veramente innovativi e il fiore all’occhiello è il garden center con 5.800 metri quadrati dedicati agli accessori e (al 2° piano ) 5.600 ai fiori e alle piante.

Per la progettazione della parte riguardante i fiori e le piante Alexander Gerega si è avvalso della collaborazione della Organizzazione Orlandelli, che annovera la grande esperienza di Ugo Orlandelli, pioniere e colonna portante della cultura del centro per il giardinaggio in Italia e non solo, e la prorompente vitalità dei suoi figli, con Marco in prima linea.

Dalla progettazione alla realizzazione sono passati appena 8 mesi – spiega Marco Orlandelli, è stato un lavoro duro e incredibile, adesso si tratterà di affinare gli ultimi particolari e proseguire con la formazione del personale in modo da poter affrontare la primavera ben preparati”.

Le piante sono state tutte fornite dall’Azienda Disva del Gruppo Ciccolella mentre i fiori recisi sono stati forniti da un’azienda locale.

Sono orgoglioso – continua Marco Orlandelli del fatto che per questo progetto sia stata scelta un’azienda italiana, segnale che indica con quale attenzione il mondo guarda al nostro paese anche dal punto di vista del florovivaismo e del giardinaggio”.

Grande soddisfazione anche per Natalia Shuliak, responsabile Ufficio Rappresentanza Epicentr per l’Italia: “credo – ha sottolineato – che questo sia l’inizio di una grande collaborazione con le aziende italiane anche del florovivaismo”.

Il Presidente Viktor Yushchenko, abbracciando Ugo e Marco Orlandelli, li ha ringraziati per aver contribuito alla crescita di un garden centre così importante in un grande gruppo ucraino.

Dei 23 Epicentr sparsi per l’Ucraina tutti vendono le piante ma nessuno dispone di un garden come il K6. “Questo garden è unico – ha detto Galina Geregae sarà meta di visita da da parte delle famiglie da tutta l’Ucraina e non solo”.

Ringraziamo Arturo Croci per la segnalazione della notizia e le immagini fotografiche.