In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona distribuzione Eurobrico, dopo l’incendio nuova sede?


Lo scorso 25 febbraio un incendio di proporzioni importanti ha letteralmente mandato in fumo il punto vendita a insegna Eurobrico di Oderzo, inserito nel parco commerciale Stella Shopping, inaugurato nel 2009 a Oderzo, in provincia di Treviso. Con il negozio Eurobrico anche il vicino Uniero è rimasto distrutto dalle fiamme.

Come riportato dal comunicato dei Vigili del Fuoco, l’allarme è giunto al 115 intorno alle 20.20 ed immediatamente sono intervenute le squadre dei Vigili del fuoco del Comando (Treviso, Motta di Livenza, Conegliano,Vittorio Veneto e Gaiarine) e dei Comandi limitrofi di Venezia e Pordenone (circa 50 uomini con 15 mezzi).

La violenza delle fiamme e la tipologia dei materiali in esposizione e vendita presenti all’interno dei negozi Unieuro ed Eurobrico hanno determinato in brevissimo tempo la generalizzazione dell’incendio su tutta la superficie del fabbricato (due compartimenti) stimata in circa 5000 mq. Al momento la tesi è quella di un’origine accidentale.

Fortunatamente non ci sono stati nè feriti nè intossicati e anche la qualità dell’aria non sembra essere stata compromessa. L’area, ovviamente posta sotto sequestro cautelativo, è di proprietà del Coip (Consorzio Opitergino Insediamenti Produttivi), con quote di aziende diverse, e la stima dei danni è stata stimata in decine di milioni di euro.

Ricostruire? Secondo quanto dichiarato dal quotidiano TrevisoToday, la ricostruzione del punto vendita Eurobrico non sembrerebbe ancora stata decisa e, nel frattempo, il Gruppo Paterno ha chiesto la cassa integrazione straordinaria per i dipendenti. A tal proposito, lo scorso 9 marzo, presso la sede dell’Ascom Confcommercio di Treviso, si è tenuto l’incontro con le parti sociali FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS, le rappresentanze datoriali Unascom-Confcommercio di Treviso e di Vicenza, Unieuro srl ed Eurobrico spa, nonchè il Comune di Oderzo.

Raggiunto da diyandgarden.com, Franco Paterno, dell’omonimo Gruppo, ha così commentato: ” Stiamo lavorando al progetto, e gli accertamenti sono ancora in corso. Non è nostra intenzione “mollare la palla”, quindi vedremmo in base ai fisiologici tempi tecnici burocratici. In ogni caso i lavoratori sono stati messi in mobilità e va detto che abbiamo riscontrato un’ottima collaborazione con sindacati, e amministrazione locale, la quale auspica una rapida ripresa delle attività”.

Il negozio Unieuro contava 10 dipendenti e per questi è stata chiesta la cassa integrazione straordinaria, in attesa della ricollocazione dell’attività, che dovrebbe avvenire nel giro di qualche mese. Per i 15 dipendenti di Eurobrico è stata richiesta  la cassa per 12 mesi a zero ore e la possibilità di lavorare per sostituzioni presso i punti vendita di Montebelluna, Conegliano e Treviso. Sempre secondo il quotidiano TrevisoToday, sembra che l’ipotesi di una riapertura sia connessa alla costruzione di una nuova ala del Parco Stella che però non potrebbe superare i 2.500 mq.

Foto: Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco