In 10 minuti vogliamo tenerti aggiornato sulle novità del DIY and Garden. Lascia la tua email

La newsletter di TEN: DIYandGarden

icona comunicazione Sostenibilità: “Naturalmente” Leroy Merlin


Leroy Merlin, l’insegna di distribuzione di prodotti per il bricolage più importante che abbiamo in Italia, ha presentato il proprio Report sulle attività svolte nel 2012 in tema di sviluppo sostenibile. L’impegno verso la responsabilità ambientale e sociale entra nelle strategie di Leroy Merlin Italia nel 2008 con obbiettivi non solo strutturali sui negozi (risparmio energetico, raccolta differenziata, ecc.), ma anche, o forse soprattutto, culturali con il coinvolgimento attivo di collaboratori e clienti dell’insegna.

La parola chiave scelta da Leroy Merlin per descrivere questo percorso è “naturalmente”, un termine scelto non solo per la connotazione e per i richiami green, ma soprattutto perché l’impegno dell’azienda non vuole rappresentare uno “sforzo”, un “obbligo”, bensì un atteggiamento “naturale e quotidiano” nel lavoro e nella vita. “Mi piace ricordare che parlare di responsabilità sociale e ambientale non è una moda – spiega Thomas Bouret, amministratore delegato di Leroy Merlin Italia -, non è un’azione puramente comunicativa per dire che siamo un’azienda responsabile. E’ piuttosto un elemento fondante della nostra strategia che vogliamo portare avanti concretamente in ogni negozio e ogni servizio”.

Il report 2012 è strutturato sulla base delle “4C” dello Sviluppo Sostenibile: Co‐costruzione, perché l’eco‐sostenibilità diventi strategica per tutti gli interlocutori in ogni fase del ciclo di vita del prodotto: dalla nascita alla rinascita. Cultura, per essere di riferimento e per condividere e sviluppare una cultura di Sviluppo Sostenibile. Leroy Merlin vuole trasmettere attraverso i suoi comportamenti e le sue iniziative la passione per gli Uomini e per la Terra. Cliente, per avere un’offerta di prodotti e servizi eco‐sostenibili completa, accessibile e innovativa per i clienti. Comunità, per rendere tutti i punti vendita sostenibili ed esempi di ecocompatibilità e per integrare e interagire socialmente nei territori in cui i punti vendita sono presenti.

Grazie alle strategie messe in campo Leroy Merlin Italia ha la possibilità oggi di evidenziare alcuni importanti risultati raggiunti. Alcuni esempi: l’utilizzo del treno per l’approvvigionamento delle merci ha tolto dalle strade italiane, nel 2012, circa 4 mila camion; sul fronte energetico le sperimentazioni legate alla riduzione dei consumi con l’adozione di illuminazione a led (negozio Porte di Napoli) e all’autosufficienza energetica con l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto del negozio di Lissone (e in altri 4 negozi nel corso del 1013), stanno offrendo indicazioni e risultati eccellenti. Anche per quanto riguarda il ciclo dei rifiuti molto interessante è il lavoro fatto nel negozio di Rozzano che ha raggiunto nel 2012 il 100% di raccolta differenziata.

Sempre in questo mese di giugno, a conclusione del Green Day di Torino, Leroy Merlin ha sottoscritto un accordo con alcune associazioni di pioppicoltori della Provincia di Alessandria, certificati per la gestione sostenibile delle proprie piantagioni dal PEFC. L’accordo prevede che Leroy Merlin sostenga la pioppicoltura certificata italiana e le produzioni di pannelli di compensato realizzati con pioppo certificato secondo lo standard PEFC dalla società Vigolungo, da cinque generazioni nel settore legno, portando benefici economici e ambientali per le comunità presenti nelle aree certificate.

Oltre alle strategie di sostenibilità ambientale Leroy Merlin Italia ha lavorato molto anche sulla sostenibilità sociale. Ogni negozio Leroy Merlin interviene nel proprio territorio con attività o sostenendo associazioni e iniziative che hanno come obbiettivo il miglioramento dell’ambiente e della qualità del vita degli abitanti. In particolare nel 2012 si è segnalata la collaborazione tra Leroy Merlin e ICAM, l’Istituto di Custodia Attenuata per le Mamme carcerate. E’ un Istituto che fa capo al Ministero di Giustizia e che ospita in un vecchio stabile nel centro di Milano 180 mamme e 186 bambini. Con Leroy Merlin si è creata la possibilità di rinnovare, all’insegna del fai da te, le strutture e i colori delle camere e degli spazi comuni migliorando così la qualità della vita dei bambini e delle loro mamme.